20 CONDIVISIONI

Che cos’è il Papilloma Virus e come si trasmette: per la ginecologa usare lo stesso bagno è un falso mito

Cos’è l’infezione da HPV (Human Papilloma Virus), come si manifesta, i falsi miti al riguardo: l’esperta ha fatto chiarezza, soprattutto sulla trasmissione.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
Intervista a Dott.ssa Manuela Farris
Ginecologa e consigliera della SIC (Società Italiana di Contraccezione)
A cura di Giusy Dente
20 CONDIVISIONI
Immagine

Il 17 novembre scorso in occasione della Giornata mondiale per l'eliminazione del tumore della cervice uterina, diversi ambulatori hanno messo a disposizione pap test gratuiti nonché vaccinazioni per il Papilloma Virus, comune malattia sessualmente trasmissibile che riguarda sia uomini che donne, di qualsiasi età. Di questa malattia si parla molto poco ed è avvolta da tabù e falsi miti che è bene sfatare ed eliminare, per vivere la salute e la sessualità con consapevolezza. Per questo, la dott.ssa Manuela Farris (Ginecologa e consigliera della SIC – Società Italiana di Contraccezione) ha fatto alcune precisazioni a Fanpage.it.

Che cos'è il Papilloma Virus

L'infezione da HPV (Human Papilloma Virus) è molto comune tra le persone sessualmente attive e le sue manifestazioni riguardano i genitali, maschili e femminili. L'esperta ha spiegato a Fanpage.it: "È un virus a prevalente trasmissione sessuale di cui esistono 150 ceppi. Il vaccino attualmente in commercio protegge dai 9 ceppi più cattivi ossia quelli associati a un possibile sviluppo di tumore. C'è sempre una correlazione coi tumori in base al tipo, al ceppo di papilloma: rischio alto, medio e basso rischio. Parliamo di tumori a livello vulvare, vaginale, del collo dell'utero".

È in aumento tra le giovani donne, ma è in realtà un dato parzialmente falsato: "Sono quelle che si controllano di più, è un'incidenza falsata da questi controlli maggiori. Ora le ragazze stanno più attente, mentre ci sono donne adulte ancora molto restie. Prima era proprio culturale: le signore andavano dal ginecologo solo per partorire, non c'era la concezione della prevenzione. Oggi non è più così. Si consiglia un pap test per linee guida ogni due anni, ma personalmente consiglio una volta all'anno visita con pap test".

Come si manifesta il Papilloma Virus

Le lesioni tipiche dell'infezione da HPV sono delle escrescenze di cheratina oppure formazioni chiamate appunto condilomi e papillomi, che si devono a una crescita eccessiva (iperplasia) delle cellule della cute e delle mucose. Ma non è sempre qualcosa di visibile, come ha spiegato la dott.ssa Farris e ci sono anche ceppi asintomatici: "Ci sono diverse manifestazioni: quella a livello dei genitali esterni, a livello anale, oppure c'è una localizzazione a livello del collo dell'utero. Qui il riconoscimento si fa col pap test. Questo è il test di screening che facciamo per individuare il Papilloma Virus e per evitare che si possa trasformare in un danno peggiore. Ma può essere anche asintomatico e spesso i ceppi cattivi sono fondamentalmente asintomatici. La localizzazione a livello del collo dell'utero, per esempio, è prevalentemente proprio asintomatica".

Immagine

Perché è importante la prevenzione

La prevenzione riveste un ruolo fondamentale e l'unico strumento è il vaccino secondo l'esperta, benché sicuramente dei controlli periodici (nello specifico dei pap test) e possano essere di grande aiuto: "Anche per chi ha fatto il vaccino, perché è vero che copre nome ceppi ma ce ne sono degli altri". E l'utilizzo del preservativo: "Per evitare il contagio". L'esperta ha sottolineato a proposito della diffusione del vaccino (che non richiede richiamo): "I numeri stanno notevolmente aumentando, contribuisce il fatto che sia stato esteso anche ai maschi. Alcune regioni lodevoli lo facevano già da anni, adesso in quasi in tutta Italia si sta estendendo anche ai maschi. Per cui si è ridotto notevolmente il rischio di tumore del collo dell'utero. L'OMS riporta una riduzione del 60% da quando si fa il vaccino. Inizialmente si dava copertura solo alle donne, ormai da 10-15 anni è stato esteso anche ai maschi".

In entrambi i casi, ci sono dei campanelli d'allarme da non sottovalutare, che possono essere uno stimolo a fare un controllo in più: "Le piccole escrescenze si vedono e poi la visita ginecologica una volta all'anno si fa proprio per questo". La dottoressa Farris ha fatto anche un'altra importante riflessione, che riguarda la fase diagnostica: "HPV DNA Test è una specie di tamponcino simile al Pap test, con lo speculum durante la visita si fa un prelievo. Fare un HPV DNA Test che risulta positivo non significa che sicuramente si è contagiosi: significa solo essere venuti a contatto col virus. Molte ragazze risultano positive al HPV DNA Test e pensano di essere contagiose. In realtà se questo è positivo, ma il Pap test è negativo, non c'è nessun problema, significa che non c'è infezione in atto. La differenza tra HPV DNA Test e Pap Test è che: il primo ci dice solo del contatto, il secondo ci dice se c'è una lesione in atto, una contagiosità. Per esempio, se ho avuto il Covid: faccio il prelievo di sangue e risulto positiva, ma faccio il tampone e sono negativa. Significa che col Covid sono entrata in contatto, anche se asintomatica, però in quel momento non sono contagiosa perché sono negativa. È lo stesso. HPV DNA Test è come il test sul sangue del Covid. 

Attenzione ai falsi miti

La dott.ssa Farris ha fatto una precisazione a proposito di un falso mito che riguarda la trasmissione del Papilloma Virus, una credenza molto gettonata che però non poggia su basi solide: "Il Papilloma è un virus molto delicato, a contatto con l'aria muore subito. Spesso si dice: ho usato lo stesso bagno, mi sono seduta sulla stessa tavoletta, ho usato la stessa biancheria e poi ho scoperto che aveva HPV. No, non si può prendere il Papilloma così. Non è una cosa di cui preoccuparsi, non è così che si trasmette, si trasmette coi rapporti sessuali. Per i condilomi, invece, magari negli ambienti umidi tipo piscine, saune e hammam, vive un po' di più, è possibile entrare in contatto, ma è raro. Il 98% di trasmissione è per via sessuale il 2% è in quest'altro modo".

Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
20 CONDIVISIONI
Come usare nel modo giusto il detergente intimo: lo abbiamo chiesto a una ginecologa
Come usare nel modo giusto il detergente intimo: lo abbiamo chiesto a una ginecologa
Olio di ricino per ciglia e sopracciglia: rimedio efficace o falso mito?
Olio di ricino per ciglia e sopracciglia: rimedio efficace o falso mito?
L'Estetista Cinica contro il falso mito dei prodotti miracolosi: "Non divento magra coi fanghi"
L'Estetista Cinica contro il falso mito dei prodotti miracolosi: "Non divento magra coi fanghi"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views