Jannik Sinner è in semifinale al Torneo Atp di Colonia. Il giovane talento del tennis italiano, al termine di un match molto intenso e ricco di capovolgimenti di fronte ha superato il francese Gilles Simon in tre set. Il classe 2001 dopo aver vinto il primo set ha incassato la rimonta del più esperto transalpino che ha piazzato ben 8 game di fila. Nel terzo e decisivo parziale prova di carattere di Sinner che ha piazzato un controbreak e trionfato. Ora il prossimo avversario se la vedrà con la testa di serie numero uno Zverev.

Sinner batte Simon e conquista la semifinale dell'Atp di Colonia

Festa grande nel tennis italiano. Prova di forza e maturità di Jannik Sinner che ha battuto in 3 set Gilles Simon sul veloce di Colonia, conquistando così la semifinale del torneo. Il talento azzurro reduce dall’exploit al Roland Garros che gli ha permesso di conquistare il 46° posto della classifica Atp, ha dovuto faticare e non poco per avere la meglio del più esperto transalpino, 58° giocatore al mondo. Dopo aver vinto il primo set con il risultato di 6-3, Sinner ha avuto un passaggio a vuoto e incassato il ritorno dell’avversario capace di aggiudicarsi il parziale 6-0. Avvio tutto a favore di Simon nella terza e decisiva partita con break e 2-0. Una mazzata che avrebbe steso chiunque ma non Sinner che nonostante la giovane età ha dato prova di carattere rimontando e portandosi sul 5-4. L’italiano ha resistito al “ritorno” di Simon e dopo aver annullato 4 palle break per il potenziale 5-5 ha chiuso 6-4.

Il prossimo avversario di Sinner in semifinale a Colonia

Una prova dunque convincente quella di Sinner che si è imposto contro un giocatore "in palla" capace nel turno precedente di superare la terza testa di serie del torneo Shapovalov. Sinner, che nel corso del match ha strappato gli applausi per un "colpo di testa" dopo aver perso la racchetta, ora dovrà vedersela contro Alexander Zverev. Il primo è senza dubbio il favorito, essendo la testa di serie numero uno del torneo. Sinner però può contare su un unico precedente favorevole, nell'ultimo Roland Garros quando lo ha battuto ai sedicesimi.