Dopo il netto successo su Nole Djokovic , continua a vincere Lorenzo Sonego che si è qualificato per la finale del torneo di Vienna. Il torinese ha sconfitto in due set il britannico Evans e domenica sfiderà il forte russo Rublev, che va a caccia del quinto titolo di questo 2020.

Sonego in finale all'ATP di Vienna

Lorenzo Sonego sta vivendo un momento magico. Da lucky loser si è qualificato per la finale del torneo di Vienna. Sta vivendo su una nuvola il piemontese che ha vinto agevolmente in semifinale contro Evans, un giocatore non dal grande talento ma molto solido. In poche parole un avversario ostico, uno di quelli che non vorresti mai affrontare. Ma Sonego si è imposto agevolmente ed ha vinto in due set con il punteggio di 6-3 6-4. In Austria disputerà la seconda finale ATP della sua carriera, che a inizio settimana probabilmente non era nemmeno nei suoi sogni. Il giocatore torinese, che ora punta all'ingresso nei primi 30 della classifica, ha sconfitto in ordine Lajovic, Hurkacz, Djokovic e Evans. Tutti posizionati tra i primi quaranta del mondo. Un torneo che è già memorabile per l'italiano.

La finale di Vienna è Sonego-Rublev

Sarà durissima domenica per Sonego che dovrà giocare contro il tennista più caldo in assoluto: il russo Andrey Rublev, giocatore dal talento enorme che quest'anno ha effettuato un grandissimo salto di qualità che gli permetterà di giocare il Masters di fine anno, che per l'ultima stagione si disputerà a Londra – poi dal 2021 si gioca a Torino (dov'è nato e vive Sonego). Il ventitreenne ha sconfitto nei quarti l'idolo di casa, nonché numero 3 del mondo, Thiem mentre in semifinale ha sfruttato il ritiro di Kevin Anderson, che va detto ha abbandonato quando il match era già ampiamente compromesso (6-3 4-1 il punteggio al momento del ritiro). Rublev ha iniziato il 2020 vincendo i tornei di Doha e Adelaide, poi dopo il lockdown si è ben comportato al Roland Garros e agli US Open e ha vinto Amburgo e San Pietroburgo.