14 Luglio 2022
12:53

La famiglia di Kyrgios ha paura di tifare per lui: “Non sai cosa fare, vorresti non essere lì”

Stare nel box di Nick Kyrgios è molto complicato, lo si è capito vedendo la finale di Wimbledon. E addirittura la madre di Kyrgios ha detto di non voler essere nel box del figlio.
A cura di Alessio Morra

Nick Kyrgios a Wimbledon ha raggiunto la prima finale Slam della sua carriera, è riuscito a raggiungerla attraverso una serie di situazioni anche particolari, ma alla fine ciò che conta è che ha disputato la partita che più desiderava in carriera. ‘Piccolo' particolare non è riuscito a vincerla, ma contro un Djokovic di alto livello era oggettivamente difficile. Kyrgios nel corso del torneo si è fatto conoscere bene, per grandi colpi e qualche intemperanza di troppo, anche dal pubblico che non segue il tennis abitualmente, e ha scoperto anche che l'australiano quando si infuria se la prende con il suo box, e lo fa in modo pesante. Quell'atteggiamento non va giù nemmeno alla madre, che ha criticato il figlio pubblicamente.

Kyrgios nel corso del torneo di Wimbledon si è preso la copertina per uno spunto a uno spettatore, per le liti con Tsitsipas, i due hanno rischiato di finire a contatto diretto, e in finale se l'è presa un paio di volte con l'arbitro, reo di non aver fatto allontanare dal campo una spettatrice, che a suo dire aveva bevuto 700 drink. Mentre al termine dell'incontro ha rotto lo storico protocollo indossando un cappellino rosso durante la premiazione.

Nick Kyrgios a 27 anni ha disputato la prima finale in una prova del Grande Slam.
Nick Kyrgios a 27 anni ha disputato la prima finale in una prova del Grande Slam.

Ma si sono notati eccome anche gli attacchi al suo box. Kyrgios non ha un allenatore vero, ma ha con sé la fidanzata, la sorella, un preparatore, qualche amico e il suo manager. Tutti loro, pure con il papà di Nick, sono stati con lui anche in finale. E in momenti in cui le cose andavano storte, l'australiano ha attaccato il suo gruppo, reo di non sostenerlo troppo e di accettare in modo quasi passivo alcune situazioni negative.

Su questo argomento è stata interpellata sua madre, Nill, alla quale Kyrgios è molto legato. E anche lei ha detto candidamente che essere nel box del figlio è molto complicato, perché nessuno ha esattamente la percezione di cosa dover far e quando: "Non vuoi essere nel suo box. Davvero non sai cosa fare. Perché non sai quando alzarti? Non sai quando applaudire o quando gridare? Ci sono stata e non è stata una bella esperienza".

Kyrgios è arrivato in finale a Wimbledon battendo solo un giocatore posizionato tra i primi 30 della classifica ATP.
Kyrgios è arrivato in finale a Wimbledon battendo solo un giocatore posizionato tra i primi 30 della classifica ATP.

Poi nell'intervista a ‘Today', mamma Kyrgios ha detto di non aver visto in diretta nemmeno una partita del figlio, nemmeno la finale, il fuso orario l'ha aiutata, perché è andata dritta a dormire prima dell'inizio: "In realtà non ho visto la partita. Non ho visto nessuna delle sue partite. Ho dormito molto bene, in realtà l'ho visto andare in campo. Lo adoro, sai, vederlo camminare per Wimbledon, proprio quell'atmosfera. Adoro vederlo entrare in campo e vedere la reazione degli spettatori. L'ho guardato fino a quando ho pensato che quando hanno iniziato a riscaldarsi e ho detto "Buona fortuna" e sono andato a letto".

Ma di Kyrgios ha parlato anche il fratello Christos che a ‘Nine's Today' ha spiegato perché il tennista si comporta in questo modo: "Non sarebbe il nostro Nick se non fosse focoso durante la partita, ed è così che gioca, è così che si alza. Cerca di aumentare la sua intensità e quant'altro ed è così che lo fa, ed è quello che sappiamo da lui. I primi giorni è scomodo, ma poi quando capisci, hai bisogno di una valvola di pressione, giusto? Quella è la sua valvola di sfogo".

La tennista ucraina si rifiuta di salutare l'avversaria bielorussa:
La tennista ucraina si rifiuta di salutare l'avversaria bielorussa: "Non era la cosa giusta da fare"
Cosa succede allo Stadium, l'ex fortino della Juventus che non fa più paura a nessuno
Cosa succede allo Stadium, l'ex fortino della Juventus che non fa più paura a nessuno
Mihajlovic reagisce alle voci sull'esonero:
Mihajlovic reagisce alle voci sull'esonero: "Cosa mi aspetto? Di svegliarmi ed essere ancora vivo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni