Dopo Novak Djokovic, anche il suo attuale allenatore Goran Ivanisevic è risultato positivo al coronavirus. Come il serbo e ad altri tennisti che hanno contratto il Covid, anche l'ex tennista croato aveva preso parte al torneo regionale Adria Tour tenutosi nelle scorse settimane a Belgrado e a Zara. Ad annunciarlo lo stesso 49enne croato tramite i propri profili social: "Sfortunatamente, dopo due test negativi nei giorni scorso, ho appena saputo di essere positivo la Covid-19", ha scritto infatti prima di aggiungere che sta bene, è asintomatico e che al momento si trova in autoisolamento.

Assieme a Nole Djokovic, Ivanisevic è uno dei promotori e organizzatori del torneo benefico di tennis Adria Tour, ideato appositamente per il ritorno sui campi da gioco dopo la lunga pausa imposta dall'emergenza sanitaria globale. Dopo le prime due tappe, a Belgrado in Serbia e a Zara in Croazia, il torneo sarebbe dovuto proseguire in Bosnia, a Banja Luka prima e a Sarajevo poi, ma è stato interrotto dopo l'annuncio della positività del tennista Grigor Dimitrov. Dopo il bulgaro sono risultati positivi anche il suo allenatore, il tennista Borna Coric, Nole Djokovic e sua moglie, una giornalista sportiva croata che ha seguito l'evento e un autista del torneo.

Prima di intraprendere la carriera di coach, Goran Ivanisevic ha avuto una grande carriera in campo. L'apice lo raggiunse nel 1994 quando scalò la classifica Atp issandosi fino alla seconda posizione. L'acuto che gli permise di entrare definitivamente tra le leggende di questo sport lo centrò nel 2001 quando da wild card vinse il prestigioso torneo di Wimbledon.