video suggerito
video suggerito
Torneo di Wimbledon 2024

Djokovic in semifinale a Wimbledon senza giocare, De Minaur si ritira per un problema all’anca

Il tennista australiano, infortunatosi lunedì scorso nella sfida contro Fils, non è riuscito a guarire in tempo per affrontare il serbo nei quarti. “Sono distrutto”. Ora Novak può incrociare uno tra Musetti e Fritz.
A cura di Maurizio De Santis
44 CONDIVISIONI
Novak Djokovic avanza a Wimbledon senza scendere in campo: l'australiano De Minaur è infortunato.
Novak Djokovic avanza a Wimbledon senza scendere in campo: l'australiano De Minaur è infortunato.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Novak Djokovic avanza in semifinale a Wimbledon 2024 senza giocare. Alex De Minaur è stato costretto al ritiro: il tennista australiano non è riuscito a recuperare dall'infortunio subito lunedì scorso nella sfida contro Arthur Fils. Il video dello scambio decisivo che gli ha permesso di battere il francese (3 set a 1) spiega cosa è successo e perché, a distanza di 48 ore, ha dovuto arrendersi all'evidenza dei fatti e a una condizione fisica precaria.

“Devo ritirarmi a causa di un infortunio all'anca per uno strappo della cartilagine che collega gli adduttori – le parole dell'australiano -. Ho sentito uno schiocco durante gli ultimi 3 punti. Ho fatto una scansione e ha confermato che si trattava di una lesione ad alto rischio di peggioramento.

Il video dell'infortunio di De Minaur nella sfida contro Fils

Masterclass che gli è costata cara: sceso a rete per intercettare un lungo-linea dell'avversaria, trova sì la deviazione vincente ma lo sforzo prodotto lo mette nei guai. Tant'è che De Minaur non esulta, frena bruscamente la corsa e fa una smorfia: in quel momento sente che può essergli successo qualcosa di serio, che non può superare in tempo utile per affrontare il campione balcanico.

Trite presagio. Oltre a comunicare ufficialmente l'addio al torneo inglese, De Minaur ha anche fornito alcuni dettagli di quell'episodio cruciale: ha spiegato di aver sentito una sorta di ‘schiocco' verso la fine dell'incontro concluso al quarto set col punteggio di 6-2, 6-4, 4-6, 6-3. L'australiano ha provato a non dare peso alla vocina che gli sussurrava cattive premonizioni: prova ne è stato anche il fatto che lui stesso ridimensionò la preoccupazione nel dialogo coi media.

Il problema all'anca avvertito contro Fils non ha lasciato scampo a De Minaur.
Il problema all'anca avvertito contro Fils non ha lasciato scampo a De Minaur.

L'entità dell'infortunio, però, non gli ha lasciato alcuno scampo: è divenuta chiara per effetto dell'esito degli esami medici effettuati nella giornata di martedì. Perché la comunicazione sul ritir non è arrivata subito? Lo ha chiarito lo stesso De Minaur: ha fatto il possibile per valutare con il suo staff e il parere dei medici la possibilità di andare ugualmente in campo contro Djokovic. La sessione di allenamento di questa mattina mattina è stata decisiva: non era in grado di giocare.

Chi sarà il prossimo avversario di Novak: è dalla parte di Musetti

Djokovic, numero 2 del mondo in cerca a 37 anni dell'ottava incoronazione a Wimbledon per eguagliare il record di Roger Federer e portare il suo record di titoli del Grande Slam a 25, è reduce dal successo contro Rune e sarà in campo venerdì prossimo: giocherà contro l'americano Taylor Fritz (12° nel ranking Atp) oppure Lorenzo Musetti (25°, unico italiano rimasto dopo l'eliminazione di Sinner) per un posto in finale.

44 CONDIVISIONI
371 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views