138 CONDIVISIONI
6 Dicembre 2021
22:59

Gli Australian Open cambiano le regole per Djokovic: “Esenzioni per i tennisti non vaccinati”

Djokovic è in dubbio per gli Australian Open, a causa del vaccino per il Covid. Ma il serbo ha comunque la possibilità di giocare a Melbourne il primo Slam 2022.
A cura di Alessio Morra
138 CONDIVISIONI

Novak Djokovic ha vissuto una stagione straordinaria, è andato veramente a un passo dal Grande Slam, vincendone tre su quattro e ha pure tagliato un traguardo incredibile quello delle 350 settimane al vertice della classifica ATP, ma del serbo si parla soprattutto in chiave Australian Open. Il braccio di ferro con gli organizzatori del primo Slam della stagione continua, ma ora ci sono delle regole molto precise, che potrebbe forse permettere a Djokovic di scendere in campo.

Dopo la cocente eliminazione subita in Coppa Davis in semifinale, il numero 1 del mondo ha detto che deve staccare dal tennis per un po', ha bisogno di rifiatare e molto presto ufficializzerà il sì o il no agli Australian Open 2022: "Sinceramente, tenterò di usare i prossimi giorni per recuperare bene, dimenticare il tennis e rinnovare la mia energia. Sono veramente esausto dopo questa stagione, perciò ora mi concentrerò su un periodo per recuperare bene e passare tempo di qualità con la mia famiglia. Poi per il futuro vedremo. So che vorreste sapere delle cose, però questa notte non ne parlo. Sarete informati quanto prima, ma non posso dare date certe".

Da tempo c'è un braccio di ferro forte tra Djokovic, che ha vinto otto volte a Melbourne, e gli organizzatori degli Australian Open, che hanno fatto sapere chei tennisti non vaccinati non saranno ammessi allo Slam. Djokovic fa parte del fronte dei tennisti che ancora non hanno effettuato il vaccino e il serbo non ha intenzione di fare a breve. Dall'Australia intanto è arrivato un messaggio chiaro e tondo a Djokovic, che forse potrebbe volare a Melbourne anche senza vaccino. Perché da Melbourne hanno fatto sapere che possono iscriversi allo Slam anche i tennisti che non hanno effettuato il vaccino, ma ci sono quattro casi che possono consentire ai tennisti di ottenere una esenzione medica:

  • L’atleta ha una storia di anafilassi (una reazione allergica) a tutte le vaccinazioni Covid-19 approvate;
  • L’atleta ha sofferto di “gravi effetti collaterali” legati alla prima dose di un vaccino approvato che hanno comportato il ricovero in ospedale o una disabilità/incapacità significativa;
  • L’atleta soffre attualmente di una condizione medica acuta;
  • L’atleta negli ultimi sei mesi ha sofferto di una malattia cardiaca infiammatoria.
138 CONDIVISIONI
Emma Raducanu pronuncia felice la sua prima parola in italiano: "Che ca**o". Imbarazzo in diretta
Emma Raducanu pronuncia felice la sua prima parola in italiano: "Che ca**o". Imbarazzo in diretta
Alcaraz campione irreale, trionfo a Madrid contro Zverev: "È già il miglior tennista al mondo"
Alcaraz campione irreale, trionfo a Madrid contro Zverev: "È già il miglior tennista al mondo"
L'infortunio di Musetti è più grave del previsto: salta gli Internazionali d'Italia
L'infortunio di Musetti è più grave del previsto: salta gli Internazionali d'Italia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni