La Coppa del Mondo maschile di sci è a rischio. A Wengen infatti si è formato un focolaio di casi di Covid-19 che potrebbe costringere la Federazione a dover rinunciare allo svolgimento delle gare a Wengen. A causare il diffondersi dei contagi, sarebbe stata la presenza di molto turisti britannici che durante le vacanze di Natale hanno soggiornato nella regione dell’Oberland bernese. Se le gare sul Lauberhorn saranno confermate, allora sia gli atleti che staff e addetti ai lavori, non soggiorneranno più a Wengen ma nelle località vicine come Interlaken e Grindelwald.

È bene tutelare gli atleti, secondo gli organizzatori, per non rischiare che si possano poi creare problemi per l'appuntamento clou della stagione, ovvero il Mondiale di Cortina. La federazione internazionale di sci adesso è in procinto di attendere indicazioni più precise da parte delle autorità di Berna prima di prendere la decisione definitiva che comunque dovrà essere presa entro oggi, ovvero quando il Circo Bianco lascerà Adelboden.

Wengen: le gare della coppa del mondo di sci a rischio

Un focolaio Covid nella città di Wengen sta mettere a dura prova l'organizzazione dei mondiali del mondo di sci maschile. Sarebbero infatti a rischio le gare da disputarsi nella località nel Canton Berna. "Perdere Wengen farebbe male a tutti ma la salute degli atleti non deve essere a rischio – ha detto il responsabile della Coppa del mondo maschile, l'italiano Markus Waldner – e dobbiamo tutelare l'appuntamento clou della stagione, il Mondiale di Cortina". 

Per tutti gli atleti e i pochi addetti ai lavori presenti, è dunque previsto un piano per portarli a soggiornare lontani da Wengen, più precisamente nelle località vicine di Interlaken e Grindewald. Il focolaio metterebbe a rischio lo svolgimento della Coppa del mondo maschile di sci in programma da martedì a domenica prossima.