146 CONDIVISIONI
Olimpiadi invernali 2022 a Pechino
14 Febbraio 2022
10:47

Brignone sprofonda dall’argento alla crisi: “Così mi passa la voglia e non andrò a Milano-Cortina”

Federica Brignone si sfoga dopo la brutta prova in discesa libera alle Olimpiadi di Pechino. La sciatrice valdostana sprofonda dall’argento alla crisi: “A Milano-Cortina non ci andrò, così mi passa la voglia”.
A cura di Fabrizio Rinelli
146 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi invernali 2022 a Pechino

La terza ed ultima prova nella discesa libera femminile dello sci alpino ha visto l'Italia distinguersi con l'ottima prova di Sofia Goggia. La sciatrice bergamasca, con il quarto tempo conquistato, entra nel quartetto con Nadia Delago, Nicol Delago ed Elena Curtoni e prenderà parte alla gara di domani, martedì 15 febbraio, per la conquista di una medaglia. Non ci sarà invece Federica Brignone che ha concluso la sua prova in 30^ posizione a 2″70 e con un tempo che assolutamente delude le aspettative dell'Italia e anche della stessa atleta azzurra che al termine della gara si sfoga duramente. La Brignone ha parlato senza filtri passando dall'argento alla crisi.

L'amarezza per una prova a dir poco deludente è stata una mazzata per l'azzurra che non prenderà parte alla gara di domani. “La pista è stata pulita molto bene dopo la nevicata – ha detto in un'intervista a Rai Sport – Per me però gareggiare in queste condizioni è peggio visto che la neve è molle e ho frenato pagando tanto". La Brignone rende noti tutti i suoi problemi riscontrati su pista raccontandoli con delusione e rammarico: "Non riesco a stare sui piedi e fare velocità, non ho feeling con questa pista e non mi sono meritata il posto per la discesa”.

Al termine della prova la delusione è infatti tangibile: "È andata malissimo e non ho trovato neanche oggi il feeling alla terza curva, sono subito scivolata". Federica Brignone spiega nel dettaglio tutto ciò che le è accaduto, soprattutto da un punto di vista psicologico: "Mentalmente vado in tilt perché non sono appoggiata, non ho voglia di fare la velocità – ha spiegato – Non sono chiusa, non riesco ad avere il feeling che avevo in discesa quest’anno su questa pista e non riesco a trovarlo. Non riesco a fare nessuna differenza. Scio bene in fondo, ma sono quattro curve e non incido“.

La Brignone ha definitivamente gettato la spugna ed è chiaro che in queste condizioni l'esclusione dal quartetto di gara dell'Italia è stata inevitabile: "Così non ho chance, posso anche non partire– ha detto facendo un mea culpa – Devo farmi un lavaggio del cervello”. La sciatrice valdostana poi, ha parlato anche del clima che si ritroveranno a vivere le atlete nel corso delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026: "La cosa brutta delle Olimpiadi di Milano-Cortina è che sarà tutto sparso – spiega nelle dichiarazioni raccolte da Repubblica – Mancherà un villaggio olimpico, non ci sarà lo spirito olimpico".

Il suo è un commento critico a quella che sarà l'organizzazione delle Olimpiadi: "A Pyeongchang era tutto nel giro di mezz’ora mentre già qui in Cina è più complesso – spiega – a Milano-Cortina non ci saranno neppure i maschi nello sci alpino. Saremo ognuno in un posto diverso". Un disagio per chi come lei raccoglie proprio dall'aggregazione e dal confronto con gli altri, le energie positive da poter poi tirar fuori in gara: "Dal punto di vista dello spirito olimpico non sarà bello – ha dunque aggiunto – Qui siamo tutti assieme, malgrado il covid siamo tutti tra atleti, ci si vede tra altri sport ti siedi con gente diverse tutti i giorni. Questo a Milano-Cortina non esisterà. Sarà un dispiacere".

Federica Brignone ha parlato di tutto ciò proprio al termine della prova deludente di oggi nella discesa libera. Premessa importante dato che al termine della sua intervista annuncerà a sorpresa la sua assenza proprio dalle Olimpiadi invernali del 2026 in Italia: "Maschi a Cortina? Non credo, sarebbe troppo facile per loro. Paris si ammazza su quella pista – ha spiegato in conclusione – Lui sicuro andrà fino a Milano-Cortina, io non credo proprio. Mi piace lo spirito olimpico, ma così mi passa la voglia”.

146 CONDIVISIONI
185 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni