Passerà alla memoria come uno degli incidenti più pericolosi della carriera di Valentino Rossi, anche se paradossalmente il pilota pesarese non è caduto né ha riportato ferite. Ma il rischio che ha corso in seguito al violento scontro tra Zarco e Morbidelli a 20 giri dal termine del GP d'Austria di MotoGP è uno tra i più grandi mai affrontati da Valentino.

L'impatto tra Zarco e Morbidelli, diversi metri dietro rispetto a Valentino Rossi, è stato violentissimo. I due sono caduti sulla ghiaia all'interno della Curva 3 e hanno immediatamente perso il controllo delle moto, in quel momento lanciate ad altissima velocità. Il mezzo di Morbidelli, in particolare, ha proseguito la sua traiettoria ribaltandosi pericolosamente verso il punto di corda della curva. È qui che si è materializzato l'evento provvidenziale e miracoloso: la moto, una capriola dopo l'altra, si è infilata nell'unico varco possibile tra Vinales e Valentino Rossi. Parliamo di pochi metri, che sono bastati affinché l'incidente non assumesse proporzioni ancora più gravi di quelle che ha già avuto mettendo ko gli sfortunati Zarco e Morbidelli.

Le riprese televisive sono agghiaccianti perché permettono di apprezzare quanto sia stato sottile il limite tra un brutto incidente e qualcosa di potenzialmente tragico. Tra tutte le riprese, la più inquietante è quella dalla telecamera montata sulla moto di Rossi. Dall'on-board fa una certa impressione notare come il mezzo di Morbidelli sbuchi dall'interno della curva ad altissima velocità appena pochi centimetri davanti al muso marchiato con il 46 giallo. Rossi, dallo shock, molla la manopola dell'acceleratore per qualche secondo, prima di riprendere la marcia. Lo stesso Valentino, rientrato ai box dopo la bandiera rossa, è stato immortalato mentre riguardava il replay dello scontro tra Morbidelli e Zarco (e di quello mancato con al sua moto): il suo sguardo e la sua reazione, con le mani nei capelli, sono quelli di chi sa di averla scampata per un'inezia. A coronare la sua incredibile giornata, dopo la nuova partenza, un ottimo quinto posto.