Altro che atmosfera pasquale. Il Gran Premio di Doha di Moto3 andato in scena ieri è stato contraddistinto anche da un bruttissimo episodio, ovvero la rissa tra Jeremy Alcoba e John McPhee. I due dopo un incidente in pista, si sono affrontati, a suon di spintoni e calci, costringendo gli steward ad intervenire. Una situazione davvero poco edificante che è stata punita dalla federazione, con tanto di multa salata e provvedimento disciplinare in vista del prossimo appuntamento stagionale.

Cosa è successo tra Alcoba e McPhee

Il Gran Premio di Doha di Moto3 purtroppo non è stato contraddistinto solo dall'impresa di Acosta che ha conquistato la vittoria partendo dalla pit-lane. Infatti a tenere banco è stato anche il litigio tra Jeremy Alcoba (Indonesian Racing Gresini Moto3) e John McPhee (Petronas Sprinta Racing), degenerato addirittura in rissa. Tutto è nato da un incidente, con il primo che dopo un contatto con Binder è finito addosso al secondo. Quando entrambi si sono ritrovati, nella ghiaia, i nervi sono saltati. McPhee se l'è presa con Alcoba e si è passati dalle parole ai fatti, con tanto di spintoni, calci e anche qualche tentativo di pugno, nonostante il casco.

Le sanzioni per Alcoba e McPhee

Una scena pessima che inevitabilmente ha fatto il giro del mondo, spingendo i vertici federali e i commissari a prendere provvedimenti. Come annunciato in una nota diramata anche sui social, entrambi i piloti sono stati sanzionati. Sia Alcoba che McPhee infatti sono stati multati di 1000 euro, e dovranno fare i conti con un provvedimento da scontare nel prossimo appuntamento stagionale, ovvero il Gran Premio di Portimao: partiranno dalla pitlane, in ritardo rispettivamente di 5 e dieci secondi rispetto agli avversari. Una gara dunque che per loro sarà inevitabilmente in salita e compromessa.