Il Team Petronas SRT nel 2021 avrebbe già deciso la coppia di piloti cui affidarsi: Morbidelli-Rossi, con la riconferma del centauro romano che ha già un accordo verbale di massima e con Valentino che lascerà la Yamaha e potrebbe ufficializzare il suo nuovo Team già al primo appuntamento mondiale a Jerez de la Frontera, quando ripartirà la stagione della MotoGP post Covid. Ad anticiparlo è stato lo stesso Franco Morbidelli che è legato al ‘Dottore' da un rapporto di lunga amicizia e di stima, reciproca,  visto che è anche uno dei giovani pupilli di Valentino: "Mi ha chiesto come si sta al Team Petronas" ha detto il classe 94, già campione europeo Superstock 600 nel 2013 e nel 2017 campione del mondo in Moto2.

Dunque, già alla partenza della stagione 2020 si potrà probabilmente capire dove correrà Valentino Rossi nel 2021,  ben sapendo che lascerà la Yamaha ma non il mondo delle corse, visto che nemmeno la lunghissima pausa da coronavirus avrebbe intaccato la voglia di pista da parte del ‘Dottore'. Che potrebbe correre con il Team Petronas, una delle scelte possibili e oggi pista sempre più concreta: "Sono molto contento se accadrà questo – ha sottolineato Morbidelli alla Gazzetta – sarebbe il proseguimento di una bellissima storia per tutto quello che significa. Valentino mi ha chiesto com’è il team, gli ho detto la verità, e cioè che è fantastico, non sembra un team clienti, è super professionale".

Per il Mondiale 2020, Morbidelli sembra pronto a dare il tutto per tutto per il Team Petronas. E' chiamato alla conferma e a strappare risultati importanti visto che la crescita oramai sta diventando concreta dopo i successi in Superbike e Moto2. Le sensazioni sono positive così come la voglia di ricominciare, al di là delle incertezze di una stagione condizionata da un calendario completamente differente da quelli tradizionali: "Ogni gara avrà più valore e un peso specifico e per imporsi sarà fondamentale attenzione, prendersi dei rischi, essere sempre concentrati. Dopo la pausa mi sento rigenerato, carico, pronto a dire la mia da suvito".

//

//

//