Continua il lavoro di riabilitazione dopo l'infortunio all'omero del braccio destro per Marc Marquez. Dopo aver dovuto abbandonare il GP di Andalusia durante le qualifiche per il troppo dolore, l'otto volte campione del mondo sta lavorando per farsi trovare pronto in vista del GP della Repubblica Ceca, terzo appuntamento del Mondiale 2020 di MotoGP, in programma a Brno nel prossimo week end. E non sembra aver alcuna intenzione di alzare bandiera bianca per quanto riguarda la lotta per il titolo iridato nonostante lo zero in classifica e i 50 punti di ritardo dal talento della Petronas Fabio Quartararo.

Il pilota spagnolo della Honda attraverso i suoi profili social sta aggiornando costantemente sulle condizioni del suo braccio destro (operato martedì 21 luglio a Barcellona dal dottor Mir) fratturato in seguito al brutto incidente che lo ha visto protagonista nella gara d'esordio stagionale tenutasi anch'essa a Jerez. Il campione del mondo in carica della MotoGP dovrebbe tornare in pista già a Brno e proprio di questo ha parlato al momento in cui ha lasciato l'Andalusia per tornare a casa.

"La priorità ora è il mio braccio – ha dichiarato infatti Marquez -. Proverò a riprendermi il più rapidamente possibile e inizierò a guidare la moto come voglio. So che a Brno non sarò al 100% – ha poi continuato il classe '93 –, ma forse lo sarò al Red Bull Ring (riferendosi al GP d'Austria in programma a Spielberg nel fine settimana del 16 agosto, ndr), non si sai mai. È il braccio destro, ma tutti i circuiti girano a destra e questo rende tutto ancora più difficile".

"Questa è la priorità principale, l'obiettivo principale. Ma il secondo obiettivo è il titolo iridato – ha poi annunciato il catalano –. Ci sono ancora molte gare da fare, tutto può succedere e sono qui perché non mi arrendo mai e non mi arrenderò mai finché ne avrò la possibilità".