I piloti della MotoGP sono pronti a scendere in pista a Le Mans per il GP di Francia, nono appuntamento del Mondiale 2020 della classe regina. Con sei gare ancora da disputare la gara in terra transalpina in programma nel week end potrebbe essere decisiva per stabilire chi tra i tanti piloti ancora in lizza potrà lottare fino alla fine per il titolo iridato di un campionato che, con Marc Marquez  fuori per infortunio, è diventato il più equilibrato e combattuto degli ultimi anni. Un Mondiale che al momento non vede però tra i favoriti il nove volte campione del mondo Valentino Rossi che dopo le ultime due prestazioni è scivolato a 50 punti dal leader.

In testa al momento, infatti, c'è Fabio Quartararo che dopo la vittoria in Catalogna si è ripreso la testa della classifica con 8 punti di vantaggio sul sorprendente Joan Mir, 18 su Maverick Vinales, 24 su Andrea Dovizioso e 31 sul compagno di squadra Franco Morbidelli. Si sente già fuori dalla lotta per il titolo invece Valentino Rossi che, nonostante le sensazioni positive per il GP di Francia, pensa di aver sprecato le sue ultime chance per ambire al decimo alloro in carriera con le cadute di Misano prima e Barcellona poi.

"Per me lottare per il campionato sarà molto difficile – ha infatti detto il 41enne di Tavullia alla vigilia del GP di Francia –. Io purtroppo sono messo peggio rispetto a Morbidelli e a Dovizioso. Loro due sono ancora nella lotta, mentre io purtroppo nelle ultime due gare ho buttato via un sacco di punti che sarebbero stati importanti, quindi per me è molto difficile. La caduta di Barcellona – ha poi aggiunto il Dottore – è stata la mia ultima spiaggia per il campionato. Ragioneremo gara per gara, cercheremo di essere competitivi e di fare qualche bel risultato, cercando di essere veloci su tutte le piste da qui alla fine. Questo è l'obiettivo".