Dopo le soddisfazioni raccolte in Formula 3 e in Formula 2 con il team Prema, Mick Schumacher è pronto per il debutto in Formula 1. L'erede del grande Michael, sarà infatti al volante dell'Alfa Romeo in occasione del prossimo Gran Premio dell'Eifel: in programma il prossimo 11 ottobre sul circuito del Nurburgring. Il 21enne figlio d'arte, che potrebbe prendere un volante della scuderia di Arese nella prossima stagione, sarà alla guida della vettura di Antonio Giovinazzi solo per la prima sessione di prove libere.

"Sono felicissimo di avere questa possibilità nelle prove libere – ha commentato Mick Schumacher – Il fatto che la mia prima partecipazione a un weekend di Formula 1 si svolgerà davanti al mio pubblico di casa al Nürburgring rende questo momento ancora più speciale. Vorrei ringraziare l'Alfa Romeo Racing ORLEN e la Ferrari Driver Academy per avermi dato l'opportunità di respirare ancora l'aria della Formula, un anno e mezzo dopo il nostro test drive in Bahrain. Per i prossimi dieci giorni mi preparerò bene, in modo da poter fare il miglior lavoro possibile per la squadra e ottenere alcuni dati preziosi per il fine settimana".

Una festa per la Ferrari Driver Academy

Oltre a Mick Schumacher, anche altri due piloti nati nella Ferrari Driver Academy potranno provare l'emozione del debutto in Formula Uno: Callum Ilott, che il 9 ottobre guiderà una Haas VF-20, e Robert Shwartzman che dovrà invece aspettare l'ultimo Gran Premio di Abu Dhabi per salire su una monoposto di F1. I tre saranno impegnati nelle prossime ore a Fiorano, per una giornata di test con la Ferrari SF71H utilizzata nella stagione 2018.

"Non c'è dubbio che Mick sia un grando talento, e i suoi recenti risultati lo stanno dimostrando – ha spiegato Frédéric Vasseur, Team Principal dell'Alfa Romeo – È ovviamente veloce, ma è anche coerente e maturo al volante, tutti segni distintivi di un campione in divenire. Ci ha impressionato con il suo approccio e l'etica del lavoro, in quelle occasioni in cui è stato con noi l'anno scorso e non vediamo l'ora di lavorare ancora una volta con lui al Nurburgring".