Il titolo piloti della Moto2 del Motomondiale 2020 si deciderà nell'ultima gara della stagione. Quattro, di cui tre italiani, i centauri ancora in lotta per il titolo iridato della classe di mezzo che potranno giocarsi le proprie chance nel GP del Portogallo in programma questo fine settimana a Portimao. Il favorito è l'attuale leader della classifica Enea Bastianini, ma nutrono ancora alcune possibilità di scavalcarlo nel round finale sia il britannico Sam Lowes che Luca Marini, suo prossimo compagno di squadra nel team Ducati Avintia in MotoGP nel 2021. Molto minori invece quelle dell'altro alfiere dello Sky Racing Team VR46 Marco Bezzecchi che conquisterebbe il titolo soltanto nel caso riuscisse ad imporsi nella gara lusitana con Bastianini 14° o peggio e Lowes 3° o peggio.

Non sarà facile nemmeno per il fratello di Valentino Rossi che però può ancora credere nel titolo alla luce del fatto che arriva a Portimao con un ritardo di 17 punti dal leader Bastianini e di soli 3 punti dal secondo posto attualmente occupato da Lowes. Ovviamente la conquista o meno del titolo Mondiale della Moto2 da parte di Luca Marini non dipenderà soltanto dal suo risultato nel GP del Portogallo ma anche da ciò che faranno nella gara di Portimao i due piloti che ad oggi lo precedono nella classifica generale.

Ci sono però ancora diverse combinazioni di risultati che permetterebbero al 23enne di Tavullia di prendersi il titolo della classe di mezzo nell'ultimo round della stagione. Infatti, Luca Marini sarà campione del mondo della Moto2 2020 se nel GP del Portogallo di Portimao:

  • Termina la gara 1° e Bastianini  chiude 9° o peggio (ininfluente il posizionamento di Lowes e Bezzecchi)
  • Termina la gara 2° con Bastianini 14° o peggio, Lowes fuori dal podio e Bezzecchi non vince