4.357 CONDIVISIONI
10 Luglio 2022
16:27

Leclerc domina e trionfa nel GP Austria! Verstappen 2°, Sainz out col motore in fiamme

Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio d’Austria al termine di una gara eroica e coraggiosa, che ha rischiato di essere condizionata dalla sfortuna per un problema all’acceleratore. Verstappen secondo, Mondiale riaperto. Fuori la Ferrari di Sainz, in fiamme al 57° giro. Hamilton sul podio, quarta l’altra Mercedes di Russell.
A cura di Maurizio De Santis
4.357 CONDIVISIONI
Il display indica la vittoria di Charles Leclerc, la Ferrari ha conquistato un successo importante in chiave Mondiale al Red Bull Ring. Resta l’amarezza per le fiamme che hanno messo fuori uso la vettura di Sainz.
Il display indica la vittoria di Charles Leclerc, la Ferrari ha conquistato un successo importante in chiave Mondiale al Red Bull Ring. Resta l’amarezza per le fiamme che hanno messo fuori uso la vettura di Sainz.

Sofferenza. Colpi di scena. Coraggio. Fuoco e fiamme. Strategia che questa volta non ha avuto pecche. I dialoghi col team radio al muretto che alimentano ansia e scaramanzia quando mancano una manciata di giri al termine. È successo di tutto nel Gran Premio d'Austria ma sul Red Bull Ring il colore predominante è il rosso della Ferrari di Charles Leclerc che ha ottenuto una vittoria bellissima.

Un punto vermiglio nella marea di tifosi arancio che s'era alzata intorno al tracciato di Spielberg per spingere alla vittoria Max Verstappen. Invece no, sull'asfalto di casa è finito dietro… precedendo le Mercedes di Hamilton (terzo) e Russell (quarto col brivido per il contatto con Perez). Ma che rabbia per l'avaria al motore di Carlos Sainz, che ha visto bruciare le sue velleità nel momento più emozionate della corsa.

"Yes, yes…" urla Leclerc subito dopo aver tagliato il traguardo. Si sfoga, scioglie la tensione. Ha avuto il timore – ancora una volta – di non farcela. "Sì, ho avuto paura, ho avuto veramente paura", grida e scaccia via i brutti pensieri che ha fatto. Lascia che quella brutta sensazione scivoli assieme al rombo del motore, mulinata via dal pugno che alza e muove in segno di trionfo.

Charles Leclerc impegnato nel duello con Verstappen nel Gran Premio d’Austria.
Charles Leclerc impegnato nel duello con Verstappen nel Gran Premio d’Austria.

La sua gara è divenuta eroica: complice un problema all'acceleratore che restava aperto anche quando alzava il piede dal pedale, gli è sembrato che la malasorte facesse di nuovo capolino per prendersi (ancora) beffe di lui della Scuderia di Maranello.

A Leclerc gloria (meritata) e punti, la convinzione che tutto è ancora possibile. A Sainz la grande delusione per aver abbandonato la scena a causa di un'avaria al 57° giro, mentre preparava il sorpasso su Verstappen. "No, no, no!", ripeteva maledicendo quella situazione, sbattendo le mani sulla cloche mentre la sua vettura andava in fiamme.

La Ferrari di Sainz avvolta dalle fiamme, lo spagnolo esce appena in tempo dall’abitacolo.
La Ferrari di Sainz avvolta dalle fiamme, lo spagnolo esce appena in tempo dall’abitacolo.

È stata la giornata dei sorrisi (e niente più dita puntate a mo' di ramanzina) ai box del Cavallino, almeno fino a quando il fumo e l'incendio non hanno messo fuori causa la Rossa dello spagnolo. Brivido in pista, ha rischiato di prendere fuoco all'interno dell'abitacolo. In fumo la vettura, resta seduto sconsolato su un cordolo a vederla fuori uso, finire avvolta dalla coltre grigia che si sviluppa dal posteriore. In Inghilterra aveva (finalmente) assaggiato il dolce sapore del trionfo, in Austria il retrogusto è amarissimo.

Nella morsa delle Ferrari, il Mondiale è riaperto. L'olandese della Red Bull le ha messe prima negli specchietti, se l'è viste sfilare davanti (quella del monegasco) poi n'è rimasto risucchiato con Sainz alle spalle che gli teneva il fiato sul collo (salvo arrendersi per il guasto).

Carlos Sainz seduto a bordo pista, arrabbiato e sconsolato per l’avaria a motore che ha mandato in fiamme la sua Ferrari.
Carlos Sainz seduto a bordo pista, arrabbiato e sconsolato per l’avaria a motore che ha mandato in fiamme la sua Ferrari.

Su quella pista, dove il Cavallino non vinceva dai tempi di Michael Schumacher (2003), è stato interrotto un tabù lungo 19 anni e rosicchiato qualche punto prezioso per il titolo Mondiale. È stata cancellata la profonda amarezza per Silverstone.

Su quella pista, in casa della Red Bull, è stato lanciato un segnale forte e chiaro per il titolo iridato. Sono 38 i punti di distanza tra Verstappen (leader della classifica mondiale a quota 208) e Leclerc (adesso salito a 170). La Ferrari c'è, contro tutto e contro tutti.

4.357 CONDIVISIONI
La Mercedes è tornata, doppietta nel GP del Brasile: trionfa Russell, Sainz terzo e Leclerc quarto
La Mercedes è tornata, doppietta nel GP del Brasile: trionfa Russell, Sainz terzo e Leclerc quarto
Formula 1, risultati delle prove libere 2 del GP Abu Dhabi: Verstappen fa il vuoto, Leclerc 3°
Formula 1, risultati delle prove libere 2 del GP Abu Dhabi: Verstappen fa il vuoto, Leclerc 3°
Pole di Verstappen, prima fila tutta Red Bull al Gp Abu Dhabi: la Ferrari c'è, Leclerc è terzo
Pole di Verstappen, prima fila tutta Red Bull al Gp Abu Dhabi: la Ferrari c'è, Leclerc è terzo
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
454
2
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
308
3
S. Pérez Red Bull
Red Bull
305
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
275
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
246
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
759
2
Ferrari
554
3
Mercedes
515
4
Alpine
173
5
McLaren
159
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni