117 CONDIVISIONI
29 Agosto 2021
18:51

Il GP del Belgio non si corre ma Verstappen vince lo stesso: Russell 2° e Hamilton 3°

La pioggia a Spa cancella il GP del Belgio, rimandandone prima la partenza, poi costringendo alla bandiera rossa dopo appena due giri di gara dietro la safety car. Max Verstappen vince così un gran premio che non si è corso, davanti a Russell e Hamilton. Il via è stato rimandato per oltre tre ore, poi il tentativo di correre è naufragato sotto il diluvio.
A cura di Redazione Sport
117 CONDIVISIONI

A Spa, per il GP del Belgio, va in scena una domenica che resterà nella storia, a modo suo. Perché vince Max Verstappen, davanti a Russell e Hamilton, ma trionfa soprattutto la pioggia, che costringe la direzione gara prima a rimandare la partenza, poi alla bandiera rossa dopo un'attesa di tre ore e soli due giri dietro la safery car. Quanto basta per considerare la corsa conclusa e assegnare la metà dei punti, circostanza che era occorsa soltanto in cinque precedenti nella storia della Formula 1. E così Verstappen può accorciare le distanze su Hamilton nel campionato piloti, aspetto che – evidentemente – alimenterà polemiche per la gestione complessa e caotica di una giornata estremamente complicata.

Che non sarà una domenica come le altre si intuisce dal giro di formazione: Perez va lungo e viene accompagnato dall'acqua fuori dalla pista, contro le barriere. Diversi piloti lamentano grossi problemi di visibilità lungo il circuito e la partenza viene rimandata una prima volta. Dalle 15 per circa mezzora si provano a individuare i margini per dare il via alla gara, fino ad arrivare alla prima bandiera rossa che porta tutti in pitlane in attesa di novità positive. Le condizioni meteo su Spa non danno tregua: la pioggia non concede pause e la tenuta della pista non migliora neanche in modo lieve.

La finestra di tre ore per completare la gara, a partire dalle 18, viene ritoccata fermando il cronometro alle 17 e guadagnando un'ora di tempo. Di rinvio in rinvio, la direzione di gara opta per un tentativo di partenza dietro la safety car alle 18:17. Una mossa disperata: rispetto alle 15 è cambiato ben poco sul circuito di Spa e diventa chiaro sin dalle prime curve. Il direttore di gara Masi lascia completare i due giri necessari per poter considerare valida la gara – la più breve nella storia della Formula 1 ad avere un ordine di arrivo valido – e ferma tutto con una nuova bandiera rossa, stavolta definitiva.

Per la classifica finale, dunque, è stato decisiva l'ordine stabilito dalle qualifiche di ieri. Verstappen accorcia a soli tre punti di ritardo il suo distacco da Hamilton proprio a pochi giorni dal gran premio di casa a Zandvoort, in Olanda, mentre Russell può festeggiare il suo primo podio. Atipico e anomalo, come un GP di Belgio difficile da dimenticare.

117 CONDIVISIONI
Hamilton vince a Sochi ma il Mondiale va verso Verstappen: "Sarà dura vincere il titolo"
Hamilton vince a Sochi ma il Mondiale va verso Verstappen: "Sarà dura vincere il titolo"
Verstappen come Schumacher, ma Hamilton lo punge: "Quando correva Michael tu eri sul seggiolone"
Verstappen come Schumacher, ma Hamilton lo punge: "Quando correva Michael tu eri sul seggiolone"
F1, Bottas e Hamilton dominano le prove libere 1 del GP Sochi: Verstappen 3° davanti a Leclerc
F1, Bottas e Hamilton dominano le prove libere 1 del GP Sochi: Verstappen 3° davanti a Leclerc
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Aston Martin Red Bull Racing
Aston Martin Red Bull Racing
263
2
L. Hamilton Mercedes
Mercedes
257
3
V. Bottas Mercedes
Mercedes
177
4
L. Norris McLaren
McLaren
145
5
S. Pérez
135
Pos.
Team
Punti
1
Mercedes
433
2
Aston martin red bull racing
397
3
McLaren
240
4
Ferrari
232
5
Alpine
104
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni