103 CONDIVISIONI
12 Giugno 2022
11:09

Cos’è “l’effetto canguro” delle monoposto che tormenta Hamilton: “Ho provato tanto dolore”

In linguaggio tecnico si chiama porpoising, il sette volte campione del mondo inglese ne ha parlato spiegando qual è il disagio provato sulla pista di Baku in Azerbaijan. “Nelle libere di venerdì non sono nemmeno riuscito a concludere la simulazione di gara a causa del mal di schiena”
A cura di Maurizio De Santis
103 CONDIVISIONI
 
La monoposto di Lewis Hamilton in pista a Baku. Il pilota inglese ha spiegato qual è il disagio provato alla guida della vettura.
La monoposto di Lewis Hamilton in pista a Baku. Il pilota inglese ha spiegato qual è il disagio provato alla guida della vettura.

La stagione di Lewis Hamilton sembra maledetta, costellata di infortuni e acciacchi, come se da un momento all'altro un brutto incantesimo fosse stato scagliato contro le frecce d'argento della Mercedes e il sette volte campione del mondo. Come se quell'aura di invincibilità fosse stata spazzata via da un brutto scherzo della buona sorte che ha deciso di voltargli le spalle dopo aver perso il duello iridato con Verstappen. Il pilota inglese scatta dalla quarta fila a Baku, nel Gran Premio di Azebaijan, ed è sesto nella classifica del mondiale (50 punti, -75 dal leader Verstappen e -66 dal ferrarista Leclerc). La gara odierna arriva al termina di alcune sessioni da cui esce provato dal punto di vista fisico.

Le monoposto della scuderia tedesca (ma il problema è abbastanza diffuso anche per le altre vetture) "saltellano tantissimo e sono scomode da guidare – dice George Russell nelle interviste a Sky – e non posso pensare che correremo in questo modo per quattro anni". È membro di spicco dell'associazione piloti e ne parlerà ai vertici della Fia e di Liberty Media. Si farà latore del malcontento che il suo compagno di team ha spiegato con parole altrettanto efficaci. Il contatto del fondo dell'auto con l'asfalto, che avviene nelle curve e quando il bolide è lanciato ad alta velocità, genera colpi e sollecitazioni che provocano quello che Hamilton definisce come un effetto canguro.

"Ho provato tanto dolore", è con queste parole che il sette volte campione del mondo inglese ha parlato dello strano "saltellamento" delle vetture.

In linguaggio tecnico si chiama porpoising, un fenomeno che si è ripresentato sia per alcune aggiornamenti strutturali sia per le scelte di assetto sia per il carico aerodinamico delle nuove vetture e, nel caso specifico, per le caratteristiche del tracciato azero.

"Così diventa difficile – ha ammesso l'inglese – perché abbiamo verificato come la nostra vettura continui a sobbalzare. Purtroppo questa macchina saltella così tanto che sembra di essere un canguro… succede sia lungo il rettilineo sia all'ingresso delle curve veloci. Nelle libere di venerdì non sono nemmeno riuscito a concludere la simulazione di gara a causa del mal di schiena e anche sabato ho avvertito un dolore molto forte".

Nonostante il disagio e le peripezie affrontate le due Mercedes sono in Top 10 sulla griglia di partenza. George Russell è in terza fila, subito dopo la Red Bull di Verstappen e la Ferrari di Carlos Sainz. Poco dopo c'è lo stesso Hamilton affiancato da Yuki Tsunoda dell'Alpha Tauri. La pole dell'altro alfiere delle Rosse, Leclerc (con Sergio Perez della Red Bull al suo fianco), sembra lontana anni luce. "Se riusciremo a risolvere questi problemi – ha concluso Hamilton – potremo anche essere in una posizione migliore. Gestire una gara così sarà difficile".

103 CONDIVISIONI
Una tribuna abusiva per vedere il Gp di F1 a Monza: fallisce il piano di 80 tifosi olandesi
Una tribuna abusiva per vedere il Gp di F1 a Monza: fallisce il piano di 80 tifosi olandesi
Il GP Monza finisce dietro la safety car, una farsa evitabile: due gravi errori della FIA
Il GP Monza finisce dietro la safety car, una farsa evitabile: due gravi errori della FIA
F1 GP Monza 2022, il programma del gran premio: date, orari, circuito
F1 GP Monza 2022, il programma del gran premio: date, orari, circuito
Classifica piloti
Classifica costruttori
Pos.
Pilota
Team
Punti
1
M. Verstappen Red Bull
Red Bull
341
2
C. Leclerc Ferrari
Ferrari
237
3
S. Pérez Red Bull
Red Bull
235
4
G. Russell Mercedes
Mercedes
203
5
C. Sainz Ferrari
Ferrari
202
Pos.
Team
Punti
1
Red Bull
576
2
Ferrari
439
3
Mercedes
373
4
McLaren
129
5
Alpine
125
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni