Colpo di scena al Tour de France. Epilogo a sorpresa per la quinta tappa della Grand Boucle vinta in volata Wout Van Aert. Julian Alaphilippe che aveva mantenuto la maglia gialla di leader della corsa senza correre particolari rischi, è stato sanzionato a gara ampiamente finita. Il ciclista francese ha subito una penalità dalla direzione di corsa: una sanzione di 20 secondi che di fatto gli ha fatto perdere il primo posto della graduatoria generale, che ora vede al primo posto Adam Yates.

Tour de France, perché Alaphilippe è stato penalizzato e ha perso la maglia gialla

Julian Alaphilippe ha perso la maglia gialla del Tour de France 2020 al termine della quinta tappa. Una situazione figlia non di un'azione di gara, ma di un provvedimento disciplinare che il talentuoso ciclista francese ha incassato dalla direzione di corsa. Alaphilippe infatti è stato punito per una violazione del regolamento: ha raccolto una borraccia d'acqua a meno di 20 km dall'arrivo. Un rifornimento dunque non autorizzato che gli è costato carissimo, visto che i giudici hanno applicato al suo tempo d'arrivo una sanzione di venti secondi. In virtù di questo "taglio", Alaphilippe è scivolato in classifica generale alle spalle del britannico Adam Yates della Mitchelton-Scott con sedici secondi di distacco.

Una vera e propria beffa per Julian Alaphilippe che dopo aver vinto una tappa del Tour aveva mantenuto la maglia gialla anche al termine della quinta tappa senza correre particolari rischi. Il francese aveva avuto vita facile in una frazione priva di particolari salite, che è stata caratterizzata però dal forte vento. A trionfare al termine dei 183 chilometri previsti, sul traguardo di Privas, è stato il fuoriclasse belga della Jumbo-Visma, Wout Van Aert che ha preceduto Cees Bol e Sam Bennett e ha messo anche la sua firma nell'edizione numero 107 della Grande Boucle dopo aver vinto l'ultima Milano-Sanremo