Era il 22 aprile 2017 quando Michele Scarponi perse tragicamente la vita a causa di un incidente stradale, investito da un furgone, mentre si stava allenando per preparare il suo Giro d'Italia. La tragedia accadde sulle strade di casa, a Filottrano nelle Marche. Un evento che sconvolse il mondo del ciclismo in particolare e quello dello sport in generale, per il campione italiano che l'anno prima vinse la maglia rosa e nel 2014 riuscì a trionfare al Tour De France. Il suo ricordo è talmente vivo che sabato 27 giugno, Vincenzo Nibali, grande suo amico ed ex compagno di squadra di quei tempi, lo ha ricordato con un commovente tweet sui social.

Oggi sono nelle Marche ad allenarmi, sulle strade di Michele. Ho pedalato con il magone, ma con il suo ricordo vivo nel cuore, ripensando ai momenti vissuti insieme. Manchi sempre tantissimo, amico mio”. In questo modo Vincenzo Nibali  non ha voluto dimenticare e ha regalato il suo triste pensiero su twitter dove ha deciso di dedicare all'amico Michele Scarponi il proprio ricordo. Scarponi era stato suo compagno di squadra quando era all’Astana quando lo aiutò a conquistare il Giro d'Italia nel 2016. Vincenzo Nibali  si è trovato a pedalare nelle Marche, regione della quale è testimonial e non ha voluto dimenticare Scarponi facendosi ritrarre sul luogo dell'incidente stradale per ricordare l'amico.

Un messaggio che ha subito ricevuto migliaia di like e di commenti soprattutto da parte degli appassionati di ciclismo. Lo ‘Squalo' si sta preparando per la nuova stagione con percorsi che devono ridargli la forma migliore in vista del prossimo agosto quando parteciperà alle ‘Strade Bianche', gara con cui aprirà il 2020. Dopo i giri per le strade d'Italia si recherà prima a Lugano e poi proseguirà la preparazione con un ritiro in altura al Passo San Pellegrino.