Arturo Vidal all'Inter ma solo dalla prossima estate. "Scusate il ritardo" sembra il titolo perfetto per il film di calciomercato che a fine campionato manderanno in onda i nerazzurri. Ne è convinto l'ex attaccante cileno, Ivan Zamorano, che ne ha parlato durante un'intervista a Radio Cooperativa (emittente del Paese sudamericano). Parole rimbalzate da una parte all'altra dell'etere e che hanno alimentato l'entusiasmo dei tifosi, pronti ad accogliere il "todocampista" che Antonio Conte aveva messo sulla lista per gennaio. Il Barcellona, però, non ne ha voluto prenderne in considerazione la cessione nonostante il rischio di veder deprezzato il cartellino per l'avvicinarsi della scadenza contrattuale (2021).

Zamorano (in Italia dal 1996 al 2001, 41 reti in 148 partite con la maglia dell'Inter) ha confermato le proprie affermazioni, definendo attendibile quanto accadrà nei prossimi citando quelle che ha definito delle fonti sicure e privilegiate. Dopo Eriksen, giunto nella sessione invernale, il prossimo colpo per rinforzare la linea mediana è rivedere "King Arturo" in Serie A ma questa volta a San Siro, tra le fila della rivale storica proprio della Juventus.

Sappiamo quanto Antonio Conte lo ritenga un calciatore importante, quanta stima ne abbia – ha ammesso Zamorano -. A giugno la società nerazzurra farà uno sforzo economico senza dubbio maggiore così da regalare agli interisti un giocatore come Vidal.

Un cileno che arriva e un altro che (forse) può andare via. Zamora mostra meno sicurezza quando il discorso cade su Alexis Sanchez che all'Inter è arrivato in prestito dal Manchester United. Finora un brutto infortunio ne ha limitato raggio d'azione e impiego, quante possibilità ci sono che il club lo riscatti? Le parole dell'ex attaccante lasciano in bilico la situazione.

Alexis ha un contratto con lo United, però vediamo dove lui vorrà continuare a giocare e se è felice. Se restasse all'Inter, a luglio avrebbe la possibilità di giocare con un altro cileno, che molto probabilmente verrà in questo club.