Protagonista nel bene e nel male. Dusan Vlahovic è uno degli artefici della vittoria che la Fiorentina ha portato a casa da Genova ma la sua prestazione a Marassi non verrà ricordata solo per la doppietta che lo porta a 6 reti in campionato, 9 stagionali. La squadra viola ha avuto la meglio sulla Sampdoria per 5-1 e l'attaccante classe 2000 è stato autore di due reti, uno per tempo, contribuendo al ritorno alla vittoria dopo 3 giornate a secco ma in occasione del primo gol, realizzato su calcio di rigore, ha fatto molto discutere la sua esultanza: Vlahovic dopo aver battuto dagli undici metri Audero, che quasi aveva respinto il suo tiro, si è rivolto in maniera provocatoria verso la gradinata Sud, cuore del tifo blucerchiato, tappandosi le orecchie e questa cosa non è andata giù a diversi calciatori del Doria che subito sono andati a redarguirlo.

Vlahovic esulta sempre in questo modo ma probabilmente c'era già stato qualche screzio tra le parti e così si è accesa una scaramuccia che è rientrata grazie all'intervento dei compagni di squadra dell'attaccante viola e di Beppe Iachini, tecnico della Fiorentina ex Samp, che lo hanno rimproverato per il gesto irrispettoso. Per questo suo gesto Vlahovic è stato anche ammonito.

Castrovilli: A Vlahovic ho detto di lasciare il rigore a Chiesa

Nonostante la comunicazione social della Fiorentina abbia provato ad abbassare i toni, battendo sul tasto "esulta alla sua maniera", per questo motivo il secondo rigore concesso alla Viola da Irrati a Marassi è stato calciato da Chiesa e non dal numero 28 e lo ha spiegato Gaetano Castrovilli ai microfoni di Sky Sport all'intervallo: "Esultare sotto la curva fa male agli avversari, gli ho detto di calmarsi. Così anche sul secondo rigore, ho detto a Vlahovic di lasciar tirare Chiesa".

Il precedente: l'esultanza al Filadelfia in Coppa Italia Primavera

Il giovane attaccante serbo non è la prima volta che si rende protagonista di episodi di questo modo: nella finale di Coppa Italia Primavera, giocata allo stadio Filadelfia contro il Torino nel 2018/19, Vlahovic era andato a festeggiare sotto la curva granata dopo aver segnato la rete della vittoria e anche in quel caso aveva creato diverse polemiche sia al momento che nei giorni successivi sui social network.