25 Luglio 2021
19:40

Un uomo senza volto sugli spalti, mistero ad Atlanta: poi qualcuno lancia un urlo, è Kanye West

Scene davvero inusuali qualche ora fa ad Atlanta, quando sugli spalti del Mercedes-Benz Stadium si è materializzata la figura di un uomo all’apparenza senza volto: il corpo massiccio, l’abbigliamento strano, l’andatura insensibile a quanto stava accadendo intorno a lui, ovvero il match di Major League tra gli United ed i Columbus Crew. Poi l’urlo di una donna: lo aveva riconosciuto.
A cura di Paolo Fiorenza

Come in un film, ma era tutto vero: è successo ieri al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta, dove la squadra di casa – gli Atlanta United – hanno ospitato i Columbus Crew in un match di Major League Soccer. Ad un certo punto, in un video girato sugli spalti, si vede un individuo corpulento infagottato in un completo rosso salire le scale e prendere la via dell'uscita. L'uomo all'apparenza non ha un volto e la sua apparizione genera sgomento tra i presenti, finchè qualcuno non riconosce quei lineamenti pur travisati ed urla il suo nome: "Kanye! Ehi Kanye!".

Quell'uomo che indossa una maschera quasi invisibile è infatti Kanye West, 44enne rapper statunitense campione di vendite, ma anche produttore discografico, regista, stilista e perfino politico dopo che l'anno scorso ha annunciato la sua bizzarra candidatura alle elezioni presidenziali americane. Bizzarra come sono stati a dir poco i suoi ‘discorsi elettorali' (ha comunque preso lo 0.1% dei voti), bizzarra come da un bel po' sono i suoi comportamenti frutto di dipendenze da sostanze e problemi psichiatrici. Anche Kim Kardashian alla fine non ha retto e la coppia più celebre dello showbiz americano si è separata ad inizio di quest'anno.

Cosa ci facesse Kanye West abbigliato in quel modo allo stadio non è dato saperlo, ma era esattamente lo stesso look che aveva sfoggiato – maschera inclusa – appena due giorni prima in occasione della presentazione del suo attesissimo nuovo album ‘Donda', che è il nome della sua defunta madre. Venerdì il rapper aveva fatto registrare il tutto esaurito nello stesso stadio di Atlanta, sua città natale, con una listening session trasmessa in livestreaming globale. Un evento ovviamente non convenzionale, nel quale non aveva detto una parola, passeggiando, saltellando ed inginocchiandosi davanti ai 72mila spettatori del Mercedes-Benz Stadium mentre la sua musica parlava per lui.

Poche ore dopo ha dunque assistito – o ha provato a farlo – al match degli United contro i Columbus Crew, partita persa dai padroni di casa che continuano nel loro pessimo momento, culminato nell'esonero del tecnico Gabriel Heinze. Una discesa senza freni quella degli Atlanta United, dopo che appena 3 anni fa trionfavano in Major League Soccer: una squadra in pieno psicodramma, con la faida tra il bomber Josef Martinez ed ‘El Gringo' Heinze, che lo aveva messo fuori rosa. Kanye West ha pensato bene di farci una capatina con la prima cosa che aveva nel cassetto…

Sarri si sfoga ancora, Lazio alla sesta gara in 18 giorni:
Sarri si sfoga ancora, Lazio alla sesta gara in 18 giorni: "Follia e tutti stanno zitti"
Altro segnale da Scudetto del Napoli al campionato: Osimhen ed Elmas fermano l'Atalanta
Altro segnale da Scudetto del Napoli al campionato: Osimhen ed Elmas fermano l'Atalanta
Il giocatore più sfortunato del mondo, travolto da un compagno e dal medico (che fa proseliti)
Il giocatore più sfortunato del mondo, travolto da un compagno e dal medico (che fa proseliti)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni