97 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Tutta la sincerità di Gasperini sulla Coppa Italia: “Sembrava un’amichevole a Zingonia”

L’Atalanta ha battuto per 5-2 lo Spezia e si è qualificata per i quarti di finale (31 gennaio) contro l’Inter. Il tecnico della ‘dea’ dice senza peli sulla lingua: “Il rovescio della medaglia è la poca attenzione in fase difensiva, soprattutto nel primo tempo”.
A cura di Maurizio De Santis
97 CONDIVISIONI
Gian Piero Gasperini ha commentato senza peli sulla lingua la prestazione dell'Atalanta.
Gian Piero Gasperini ha commentato senza peli sulla lingua la prestazione dell'Atalanta.

L'Atalanta ha battuto lo Spezia (5-2) negli ottavi di finale di Coppa Italia e s'è qualificato per i quarti che il 31 gennaio disputerà contro l'Inter. Un match scoppiettante, che non ha deluso chi s'è sintonizzato su Italia 1 per assistere alla sfida giocata nel primo pomeriggio. Sette reti, tante buone occasioni, una traversa di Zapata, un'autorete sfortunata di Ampadou e la doppietta di Lookman (che festeggia alla sua maniera) hanno dato un senso alla gara.

La ‘dea' di Gasperini prende ancora una volta il pallottoliere: dopo le 8 sberle rifilate in campionato alla Salernitana, arriva la ‘manita' sul muso dello Spezia. Tredici centri in due incontri, segno di ritrovata vitalità e un avvertimento alla Juventus che affronterà domenica prossima (ore 20.45) in una sfida importante per farsi largo in zona Champions.

Primo tempo col piede pigiato sull'acceleratore: la maggior parte delle marcature (5) arrivano tutte nella prima frazione. Si è giocato con la giusta dose di leggerezza, anche troppa… al punto da strappare una smorfia (e una battuta) di disappunto al tecnico degli orobici, Gasperini, che tanta disinvoltura proprio non l'ha gradita.

Il lato b della medaglia, dopo aver elogiato la "buona prolificità" dei nerazzurri è un altro e dà un po' il senso del clima che si respira in questa Coppa Italia. Uno-due di Lookman in 2 minuti (10′ e 12′). Ekdal ha un sussulto poco dopo (14′). Poi tocca a Hateboer (26′) e Verde (38′) ravvivare la sagra del gol infrasettimanale (con Højlund e Ampadou che renderanno più rotonda). Qualcosa che a Gasperini non è piaciuto affatto.

"Il rovescio della medaglia è la poca attenzione in fase difensiva, soprattutto nel primo tempo. Sembrava che stessimo giocando un'amichevole a Zingonia (il centro sportivo dell'Atalanta, ndr). Se sei 2-0 o 3-1 non devi concederti queste disattenzioni".

Quarti di finale in tasca, se ne riparlerà a fine mese. L'attenzione adesso si concentra tutta sulla prossima sfida che propone il calendario di Serie A. A Torino l'Atalanta troverà una Juventus ferita e avvelenata per la scoppola tremenda (5-1) presa al Maradona contro il Napoli.

"Siamo in buona condizione – ha aggiunto il tecnico atalantino -. Abbiamo lavorato bene dopo la pausa e siamo ripartiti con buona gamba. La qualità del gioco è sicuramente migliorata, ma possiamo fare ancora meglio. Questa è la strada, questo è quello che possiamo e dobbiamo fare". Juve permettendo.

97 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views