Risorge l'Arsenal di Mikel Arteta e lo fa nel modo più clamoroso: i Gunners hanno battuto per 3-1 il Chelsea e sono tornati alla vittoria in Premier League dopo quasi due mesi. Lacazette e compagni hanno provato di nuovo il sapore della vittoria grazie ad una prestazione davvero importante: l'Arsenal aveva vinto l'ultimo match in campionato contro il Manchester United il primo novembre (0-1) mentre per ritrovare una vittoria casalinga dobbiamo tornare al 4 ottobre contro lo Sheffield United (2-1). Nella gara del Boxing Day all'Emirates Stadium i Gunners hanno giocato alla grande dall'inizio e non hanno lasciato scampo ai Blues di Frank Lampard, che mancano l'aggancio al Leicester e restano al quinto posto a 25 punti con l'Aston Villa.

Uno dei tanti derby di Londra si è aperto con un calcio di rigore siglato da Alexandre Lacazette, che ha spiazzato Mendy e ha aperto la strada al trionfo dell'Arsenal poco dopo la mezz'ora. Prima dell'intervallo è arrivato il raddoppio di Granit Xhaka, che ha firmato il 2- 0 con una splendida punizione dai 25 metri. Il tiro del centrocampista svizzero si è infilato in rete senza che il portiere del Chelsea potesse fare nulla: una realizzazione impeccabile.

Lampard ha cercato di scuotere i suoi cambiando due uomini nel corso dell'intervallo, dentro Jorginho e Hudson-Odoi, ma il canovaccio del match non è cambiato e al 56′ è arrivato il tris dell'Arsenal con Bukayo Saka, che ha realizzato un super gol con un tiro dal vertice destro dell'area che si è infilato sul palo lontano della porta di Mendy. Nel finale sussulto d'orgoglio per il Chelsea: prima Abraham ha accorciato le distanze e poi Jorginho si è fatto parare un calcio di rigore da Leno.

Vittoria importante per l'Arsenal, che si allontana dalla zona retrocessione e potrebbe trovare in questa prestazione quell'autostima e quella consapevolezza che finora è mancata. Gara che potrebbe essere decisiva anche per Mikel Arteta, la cui panchina era ed è in discussione. Nel finale qualche problema nella gestione della gara ma oggi per i Gunners contavano solo i 3 punti: il resto, nel caso, arriverà.