La Corte Sportiva d'Appello Nazionale ha accolto il ricorso della Juventus presentato dopo la squalifica di 2 giornate ad Alvaro Morata, sanzione comminatagli dopo la partita con il Benevento del 28 novembre scorso. Provvedimento parzialmente emendato di 1 turno ma con ammenda di 8 mila euro. Cosa vuol dire? Domenica sera, in occasione della trasferta dei bianconeri a Marassi contro il Genoa (ore 18), l'attaccante spagnolo sarà regolarmente in campo avendo già scontato un turno di stop nel derby contro il Torino.

Le motivazioni della Corte d'Appello

La Corte Sportiva d’Appello Nazionale, composta da: Piero Sandulli Presidente Alfredo Maria Becchetti Componente relatore Daniele Cantini Componente Antonio Cafiero Rappresentante A.I.A. ha pronunciato, nell’udienza in videoconferenza fissata l’11 dicembre 2020, a seguito del reclamo con richiesta di procedimento d’urgenza numero RG 036/CSA/2020-2021 proposto dalla società Juventus F.C. S.p.A. avverso la sanzione della squalifica per 2 giornate effettive di gara inflitta al calc. Morata Martin Alvaro Borja seguito gara Benevento/Juventus del 28.11.2020 il seguente accoglie parzialmente e, per l’effetto, riduce la sanzione della squalifica a 1 (una) giornata effettiva di gara con ammenda di € 8.000,00. Dispone la comunicazione alla parte presso il difensore con PEC.

Il recupero di Alvaro Morata consegna a Pirlo un tassello importante per il reparto offensivo. L'ex di Real, Chelsea e Atletico Madrid ha mostrato di integrarsi alla perfezione con Cristiano Ronaldo. Meglio anche di Paulo Dybala, scivolato dietro le quinte. Quale Juve si vedrà in campo domenica sera? A centrocampo dovrebbe esserci la conferma di McKennie, soprattutto dopo la buona prova in Champions a Barcellona e per una statistica che lo vede tra i calciatori che in quel settore vince più contrasti e recupera più palloni. Possibile che sulla corsia di sinistra Pirlo dia fiducia al tandem Chiesa-Alex Sandro mentre sulla destra dovrebbe esserci Kulusevski.