In attesa di annunciare il suo più che probabile ritiro dall'attività agonistica, dopo l'infarto che lo ha colpito qualche mese fa, Iker Casillas ha intanto reso ufficiale la sua candidatura alle prossime elezioni presidenziali della RFEF, la federcalcio spagnola, che dovrebbero svolgersi prima dell'inizio del campionato europeo previsto per il 12 giugno. L'ex capitano della nazionale spagnola, reduce dall'esperienza al Porto, ha comunicato la decisione di candidarsi attraverso i suoi profili social.

L'annuncio di Iker Casillas

"Sì, mi candiderò alla presidenza della federazione calcistica spagnola quando saranno convocate le elezioni – ha scritto il portiere su Twitter – Insieme porremo la nostra federazione al vertice del miglior calcio del mondo, quello spagnolo. Ho informato di questa decisione il presidente del mio club, il Porto, a cui posso esprimere il mio più profondo ringraziamento. Stiamo lavorando col massimo rispetto e decisione alla nostra candidatura. Più di 23 mila elettori si aspettano elezioni giuste e trasparenti. Grazie a tutti per l'affetto che ho ricevuto e ricevo. Il vostro appoggio e la vostra forza mi animano. Proviamoci!".

Il ritiro è dietro l'angolo

Nelle prossime settimane, per Casillas comincerà dunque la lunga campagna elettorale che lo vedrà impegnato nel duello con Luis Rubiales: anche lui ex calciatore e attuale presidente uscente della federcalcio e pronto a ricandidarsi per mantenere la sua poltrona. La scelta di entrare in politica, potrebbe essere la conferma di un imminente ritiro di Casillas dal calcio giocato. Dopo i suoi problemi fisici, l'ex numero uno del Real Madrid avrebbe infatti intenzione di appendere le scarpe al chiodo anche per poter star più vicino alla moglie Sara Carbonero: operata nel maggio scorso per la rimozione di un tumore maligno alle ovaie.