Come per i migliori diamanti in commercio, Leo Messi è per sempre. Almeno questa è la convinzione del Barcellona, che vorrebbe blindare l'argentino ai cancelli del Camp Nou fino a quando non gli passerà la voglia di regalare emozioni in mezzo ad un campo. Dopo la rivelazione del presidente Bartomeu in merito al futuro della "Pulce" ("Può lasciare il Barcellona prima della stagione 2020/2021. O per abbandonare il calcio, o per andare a giocare dove vuole"), ecco dunque arrivare dalla Spagna notizie contrastanti.

Per Leo Messi anche un possibile futuro da dirigente

Secondo il "Mundo Deportivo", la società catalana vorrebbe far firmare a Leo Messi un accordo a vita: un contratto "speciale", ovviamente faraonico, che legherebbe il fenomeno di Rosario ai blaugrana fino alla fine della sua carriera calcistica e anche oltre, con un possibile suo successivo inserimento nell'organigramma societario. La "deadline" dell'estate 2021, momento in cui scadrà il rinnovo firmato dal giocatore, è infatti diventata una delle priorità del club di Bartomeu, che vuole a tutti i costi legare il nome di Messi alla storia del Barça.

Bartomeu pronto a parlare con il padre di Messi

L'idea di riprendere il discorso contrattuale con Leo Messi e di offrirgli questa soluzione, è già stata anticipata da Bartomeu nell'ultima assemblea dei soci del Barcellona e potrebbe essere formalizzata nei prossimi mesi. Come riferito dai media iberici, il presidente blaugrana intende dunque tornare a trattare con l'agente dell'attaccante (il padre Jorge) e iniziare a discutere del nuovo rinnovo. Nonostante le molte difficoltà, c'è ottimismo in casa Barcellona per la positiva conclusione della trattativa. Una fiducia giustificata dall'ottimo rapporto tra il club e il padre Jorge, con il quale Bartomeu ha ottimi rapporti e un contatto diretto frequente.