Ore 13. Diretta tv su Sky Sport 24, Sky Sport Football ed Eurosport. Con il sorteggio ufficiale del secondo turno preliminare di Europa League ha inizio il cammino del Milan per raggiungere la qualificazione alla fase a gironi. Qual è l'avversario che affronteranno i rossoneri? La squadra di Stefano Pioli è testa di serie assieme a Tottenham, Wolfsburg, Galatasaray, Dinamo Mosca, Reims, Granada, Aberdeen. Sono 92 le società ai nastri di partenza, così suddivise: 17 eliminate al primo turno di Champions League; 3 al preliminare di Champions; 47 vincitrici del primo preliminare; 27 che subentrano dal percorso principale che include i club più importanti.

Le possibili avversarie del Milan al sorteggio di Europa League

Tra le formazioni che ha maggiore probabilità di incrociare nella partita in calendario il prossimo 17 settembre ce ne sono 3 in particolare. Nell'urna di Nyon le "palline più calde" fanno riferimento ai norvegesi del Bodo Glimt, agli scozzesi dell’Hibernian e agli irlandesi dello Shamrock Rovers.

Chi gioca in casa la partita del 17 settembre

Il match del 17 settembre avverrà in gara secca in casa della prima estratta e sarà ancora a porte chiuse come previsto dal protocollo della Uefa a causa della diffusione dei contagi da coronavirus.

Cosa succede in caso di parità

Come già accaduto per le recenti edizioni delle Coppe (Champions ed Europa League), in caso di parità al termine dei 90 minuti regolamentari le squadre disputeranno due tempi supplementari di 15 minuti. Se il risultato non dovesse sbloccarsi, si passerà ai calci di rigore per decidere la qualificazione.

Il Ranking Uefa è un rischio in caso di qualificazione

Nella stessa giornata la Federazione continentale definirà anche il terzo turno preliminare in programma il 24 settembre. In caso di qualificazione, per il Milan si tratterebbe del penultimo ostacolo da superare prima di giocarsi tutto nei playoff del 1° ottobre che spianano la strada alla fase a gironi. Un turno, quest'ultimo, che potrebbe vedere il "diavolo" partire in posizione di leggero svantaggio: a causa del Ranking Uefa molto basso, il rischio è finire nella parte del tabellone che include i club non teste di serie.