Il Siviglia è ai quarti di Europa League, martedì 11 agosto sfiderà il Wolvehampton o l'Olympiacos. Fuori la Roma, che è stata piegata dai gol nel primo tempo di Reguilon, ex del Real Madrid, e di En-Nesyri. Una delusione per la squadra giallorossa che sperava di avanzare nella coppa e che invece non accade nemmeno alla Final Eight.

Due gol nel primo tempo e Roma ko

Fonseca conferma la difesa a tre e rilancia Zaniolo al fianco di Mkhitaryan e dietro Dzeko. Il Siviglia è arrivato quarto nella Liga, Lopetegui ha fatto un ottimo lavoro, e se non avesse pareggiato troppo sarebbe arrivato sul podio del campionato spagnolo. L'ex c.t. spagnolo ha rinnovato la squadra e ha lanciato alcuni giovani compreso En-Nesyri, sconosciuto ai più fino a pochi mesi fa. Ocampos ci prova dopo un paio di minuti, Kounde poi centra la traversa. Al 22′ gol di Reguilon che batte un disattento Pau Lopez, che vive un derby personale essendo ex Betis. Fonseca sprona i suoi e la Roma riparte, ma è il Siviglia a raddoppiare con En-Nesyri che da due passi non può sbagliare.

Siviglia ai quarti di finale

La squadra andalusa sa di trovare una Roma vogliosa nella ripresa e si difende bene, Fonseca manda in campo Perez e Pellegrini, fuori Zaniolo e Diawara. Dzeko ci prova, pallone sulla traversa. Lopetegui toglie Suso, non brillante, esulta per il terzo gol che avrebbe chiuso definitivamente i conti, ma il VAR dice no. Una buona chiamata per la Roma, che resta così in corsa. Il finale non produce nulla o quasi, palo di Banega. La Roma è fuori, un'annata alla fine che si chiude in modo deludente – quinto posto e ottavi di Europa League. Il Siviglia, che è la squadra con il maggior numero di vittorie in Europa League, continua la sua scorsa e sfiderà martedì nei quarti il Wolverhampton o l'Olympiacos, e sullo sfondo c'è il Manchester United.