104 CONDIVISIONI
6 Giugno 2022
20:13

“Pronto, sono Carlo Ancelotti. Prendetelo”: la telefonata inattesa dell’allenatore del Real Madrid

Carlo Ancelotti ha preso il telefono e chiamato personalmente il Blackburn Rovers per una raccomandazione speciale.
A cura di Paolo Fiorenza
104 CONDIVISIONI

Carlo Ancelotti oggi è sinonimo di massima competenza calcistica: il 62enne tecnico emiliano ha appena centrato la clamorosa doppietta Liga-Champions col Real Madrid e se dice qualcosa sicuramente merita di essere ascoltato. È quello che devono aver pensato, dopo l'iniziale sorpresa, i dirigenti del Blackburn Rovers quando hanno ricevuto la telefonata dell'allenatore campione d'Europa.

Ancelotti ha chiamato personalmente il Blackburn per raccomandare Duncan Ferguson per il posto vacante di allenatore. Il 50enne ex attaccante scozzese è stato l'assistente di Carletto durante i 18 mesi in cui è stato seduto sulla panchina dell'Everton, andando a comporre una coppia molto affiatata: la sapienza tattica di Ancelotti e il lavoro di campo di Ferguson. Dopo il retroscena svelato dal Sun sulla sponsorizzazione di Ancelotti, le quote dei bookmakers sull'approdo dello scozzese sulla panchina dei Rovers sono crollate, piazzandolo come chiaro favorito.

Carlo Ancelotti e Duncan Ferguson alla guida dell’Everton
Carlo Ancelotti e Duncan Ferguson alla guida dell’Everton

Il Blackburn – che milita in Championship, la seconda divisione inglese – attualmente è senza guida tecnica, avendo dato il benservito a Tony Mowbray alla fine della stagione appena conclusasi, dopo non essere riuscito a raggiungere i playoff. L'allenatore inglese era approdato a Ewood Park nel 2017, quando i Rovers erano in League One, ma dopo aver scalato un gradino si è fermato lì. Adesso potrebbe toccare a Ferguson il compito di cercare di riportare il club del Lancashire in Premier League, da cui era retrocesso 10 anni fa.

Lo scozzese è ancora nello staff dell'Everton, in qualità di vice di Frank Lampard, e prima che quest'ultimo subentrasse nello scorso gennaio all'esonerato Rafa Benitez ha anche occupato per una partita il ruolo di allenatore ad interim. Il suo rapporto con Ancelotti è strettissimo e la stima incondizionata: "È un manager fantastico, ho imparato molto da lui, è stato una vera ispirazione per me". Stima evidentemente ricambiata, alla luce di quanto si è speso ora Carletto per lui col Blackburn.

104 CONDIVISIONI
La Supercoppa è del Real Madrid, Eintracht battuto 2-0: Ancelotti si conferma il re d'Europa
La Supercoppa è del Real Madrid, Eintracht battuto 2-0: Ancelotti si conferma il re d'Europa
Gli allenamenti micidiali del Real Madrid, vomito e vertigini in campo: è il metodo Pintus
Gli allenamenti micidiali del Real Madrid, vomito e vertigini in campo: è il metodo Pintus
I tifosi del Real Madrid non hanno dimenticato il rifiuto di Mbappé:
I tifosi del Real Madrid non hanno dimenticato il rifiuto di Mbappé: "Zero Champions League"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni