Stefano Pioli ha caricato il Milan in vista del big match di domani contro l'Atalanta. Il tecnico dei rossoneri si è detto entusiasta dell'arrivo di Mandzukic specie per la sua condizione fisica mostrata: "A livello fisico sta bene, anche se non ha il ritmo. Ma per domani è già pronto". E sulla polemica di Gasperini sui tanti rigori assegnati al Milan ha detto: "È chiaro che ci fischino così tanti penalty, siamo spesso in area di rigore". 

Il tecnico rossonero si è detto comunque molto soddisfatto del mercato della società che in questo momento è riuscita a prendere Meité a centrocampo, Mandzukic in attacco e Tomori in difesa. Un giocatore per ruolo, sfoltendo anche la rosa con la cessione di Conti al Parma. "Ringrazio la società per il lavoro che ha portato avanti fino a questo momento" ha specificato il tecnico dei rossoneri. Pioli però mette in guardia i suoi in vista della gara contro l'Atalanta di domani: "Dobbiamo fare attenzione, sono forti e noi dovremo fare una partita di grande qualità". 

Pioli si affida subito a Mandzukic contro l'Atalanta

Il tecnico del Milan ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro l'Atalanta che vale già tanto in termini di classifica: "Affronteremo una squadra forte che sta facendo un lavoro incredibile – ha detto Pioli – Sarà una gara molto fisica". Parole di grande entusiasmo per Mandzukic espresse dall'allenatore rossonero: "Si è presentato bene e a livello fisico ha una discreta condizione. C'erano due strade, una era quella di farlo lavorare per 4 settimane e l'altra inserirlo da subito. Abbiamo scelto la seconda, per questo è già pronto per domani". Una freccia in più per il Milan che già sogna il tandem offensivo con Ibrahimovic: "È una possibilità, non vogliamo dare punti di riferimento agli avversari". 

Pioli ha poi parlato dei singoli esaltando la cresciuta di Davide Calabria e la posizione di Brahim Diaz ("Può giocare tra le linee grazie al suo dribbling") ed è poi tornato a parlare della polemica sui rigori concessi alla squadra durante questa prima parte di stagione: "Giochiamo un calcio offensivo e siamo spesso dentro l'area – ha detto – ecco perché abbiamo preso tanti rigori e tanti pali. Io ho grande rispetto per la nostra classe arbitrale, stanno facendo il massimo".