293 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Perché l’arbitro Orsato non viene più scelto per arbitrare Inter-Juventus

Sarà Maresca ad arbitrare il derby d’Italia fra Inter e Juventus: le recenti polemiche che hanno travolto l’AIA hanno portato a scartare l’ipotesi Orsato, premiato come secondo miglior arbitro nel 2023.
A cura di Ada Cotugno
293 CONDIVISIONI
Il fallo di Pjanic su Rafinha e la mancata ammonizione da parte dell'arbitro Orsato.
Il fallo di Pjanic su Rafinha e la mancata ammonizione da parte dell'arbitro Orsato.

Non sarà Daniele Orsato ad arbitrare Inter-Juventus, big match della prossima giornata di Serie A in cui le due squadre si giocano una larga fetta di Scudetto. Per la partita più importante del nostro campionato l'AIA ha deciso di designare Fabio Maresca, una scelta che non è stata compresa pienamente dai tifosi: perché non lasciare il fischietto fra le mani dell'arbitro migliore?

Dietro tutta questa situazione non ci sarebbe nessun tipo di veto particolare o punizione da scontare, bensì la volontà condivisa da tutti di non alimentare le polemiche dopo l'Inter-Juve di sei anni fa dove a far discutere a lungo fu la mancata espulsione di Pjanic. Una partita che pesa ancora oggi sulle spalle del fischietto di Schio, tenuto a debita distanza dall'incontro che potrebbe indirizzare questo campionato.

Immagine

In tanti però non si spiegano perché quell'episodio porti ancora strascichi, nonostante siano passati diversi anni. Orsato ha arbitrato una semifinale negli ultimi Mondiali, Argentina-Croazia, ha diretto alla perfezione la finale di Champions League del 2020 tra Bayern Monaco e PSG ed è stato premiato come secondo miglior arbitro al mondo del 2023. Riconoscimenti importanti che lo rendono a tutti gli effetti un arbitro affidabile, il migliore a disposizione della Serie A.

E in partite delicate come il derby d'Italia ci si aspetta che la scelta ricada proprio su persone come lui. Invece nella sua storia recente Orsato è stato spesso tenuto lontano dall'Inter: dopo la partita di sei anni fa per tre stagioni non ha più arbitrato i nerazzurri, negli ultimi due anni li ha incontrati solo due volte e in questo campionato non ha ancora diretto una partita della squadra di Inzaghi.

A spiegare le motivazioni che si nascondono dietro questa scelta è stato Calvarese che, intervenuto ai nostri microfoni, ha cercato di far luce sulla decisione: "In questo caso la scelta era quasi obbligata, per il designatore. Il primo fattore da considerare è che non tutti gli arbitri hanno il physique du role per dirigere il derby d'Italia: i candidati si contano sulle dita di una mano. Poi intervengono i precedenti e i motivi di opportunità (vedi il tema Orsato). A quel punto rimangono 1 o 2 papabili".

Immagine

La decisione di non designarlo per Inter-Juve è stata presa in modo condiviso da tutte le parti in causa per non alimentare ulteriormente il clima già teso delle ultime settimane: le dichiarazioni dell'arbitro anonimo a Le Iene hanno contribuito ad accendere le polemiche e le lotte intestine all'interno dell'AIA che nelle ultime settimane vive un periodo di grande turbamento. Per questo, per tutelare la serenità, è stato scelto Maresca per dirigere l'incandescente derby d'Italia.

293 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views