Perché il Real Madrid non gioca le partite interne di Champions League allo stadio Santiago Bernabeu? È quello che molti tifosi e appassionati si stanno chiedendo in queste ore, con i giocatori della squadra di Zidane impegnati nell'esordio contro lo Shakhtar Donetsk, allo stadio Alfredo Di Stefano a Valdebebas. Il motivo è legato ai lavori di ristrutturazione e ammodernamento in corso allo storico impianto che ospita i match delle merengues, costrette a virare presso la struttura del proprio centro sportivo.

Perché il Real Madrid in Champions non gioca le gare in casa allo stadio Bernabeu

Il Real Madrid ha iniziato il suo percorso in Champions ospitando lo Shakhtar Donetsk. La squadra di Zidane però non ha giocato il suo primo match casalingo al Santiago Bernabeu, il suo storico impianto, ma sul terreno di gioco dello stadio Alfredo Di Stefano a Valdebebas all'interno del centro sportivo delle merengues, molto grande e all'avanguardia. Il motivo di questo spostamento, che ha ricevuto il benestare dell'Uefa è legato ai lavori di ristrutturazione in corso d'opera al Bernabeu, destinato a diventare una struttura futuristica, e a cambiare pelle anche esteticamente. La principale novità di quello che, a giudicare dal progetto, sembra un vero e proprio gioiello, è quella relativa alla copertura "argentata" con un sistema d'illuminazione molto particolare.

Dove gioca il Real Madrid in casa in Champions. Anche contro l'Inter al Di Stefano

Ovviamente a giocare a favore del Real Madrid è anche la riduzione degli spettatori. Impensabile infatti, in una situazione di normalità, pensare di ospitare gli 80mila tifosi che potrebbero riempire gli spalti del Bernabeu al Di Stefano. Questa struttura è comunque dotata di tutto quello che è necessario per il regolare svolgimento degli impegni europei, anche per mettere gli operatori nelle condizioni ideali per lavorare. Una situazione dunque perfettamente congeniale per il Real Madrid che anche nelle prossime partite di Champions contro il Borussia Monchengladbach e con l'Inter (il 3 novembre), giocherà nel suo stadio di "riserva".