5 Maggio 2021
11:00

Perché Benzema non viene più convocato in nazionale dalla Francia

Karim Benzema non è stato più convocato dalla Francia dal 2015. L’attaccante francese non viene preso in considerazione dal Ct Didier Deschamps che non è mai più tornato sui suoi passi. Sono state forti, negli anni, le critiche al commissario tecnico da parte del suo agente e del Real Madrid: “Uno spreco, è uno dei migliori giocatori al mondo”.
A cura di Fabrizio Rinelli

L'ultima partita giocata da Karim Benzema con la maglia della nazionale della Francia, risale ormai al 2015. Il ct dei transalpini, Didier Deschamps, infatti da quel momento in poi non ha mai più convocato l'attaccante del Real Madrid, tra i migliori marcatori nel calcio europeo. In tanti si sono chiesti perché il commissario tecnico francese non abbia più preso in considerazione il giocatore che nel corso di questa stagione, ad oggi, è fermo a quota 28 gol stagionali di cui 21 in Liga e 6 in Champions League. Il motivo della scelta da parte della Francia di non convocarlo, è chiara.

Il giocatore infatti, il 4 novembre del 2015 fu arrestato dalla polizia di Versailles accusa di essere coinvolto in un'estorsione nei confronti del compagno di nazionale Mathieu Valbuena. Un video hot girato dallo stesso Valbuena finisce nelle mani sbagliate e il giocatore viene ricattato affinché venisse impedita la diffusione del filmato. Ovviamente Valbuena non aveva alcuna intenzione di pagare le cifre richieste e così entra in scena Benzema che tramite un suo amico pregiudicato, suggerisce a Valbuena di pagare i 150mila euro per chiudere lì la questione.

Il tutto avviene proprio nel ritiro della nazionale francese con Benzema che ha sempre dichiarato di aver voluto aiutare Benzema, non di favorire il suo amico cresciuto nel suo stesso quartiere a Lione. Ne scaturisce un processo con l'attaccante del Real Madrid accusato di ‘complicità in tentato ricatto' con l'accusa che parla di ‘pressione dolosa'. Il prossimo ottobre 2021, Benzema sarà processato e rischia cinque anni di carcere. Questo sarebbe dunque il motivo per cui, per motivi etici, la Francia e Deschamps, hanno deciso di non convocare più Benzema.

Il botta e risposta negli anni tra Benzema e Deschamps

L'8 ottobre del 2015 Benzema gioca dunque l'ultima partita con la maglia della Nazionale e gli verrà ovviamente preclusa anche la possibilità di convocarlo per gli Europei del 2016. Deschamps avrebbe anche voluto convocarlo ma poi la Federazione francese ha deciso di allontanare il giocatore dalla selezione francese. "È ancora sotto inchiesta, non può giocare in Nazionale". Così spiegò inizialmente la sua decisione Deschamps con Benzema che rispose puntualmente con un tweet: "Sfortunatamente non sarà convocato per gli Europei in Francia".

I rapporti tra Deschamps e Benzema, che nel frattempo, un mese dopo l'esclusione dalla Francia vincerà anche la sua seconda Champions con il Real Madrid, rilascia un'intervista a Marca in cui si scaglia direttamente contro l'ex ct sottolineando come avesse ceduto alle richieste della parte razzista del paese. Tra i due non ci sarà più alcun rapporto da quel momento con Benzema che continua a giocare la sua carriera ma senza alcuna possibilità di rientrare nel gruppo della Francia. Almeno fin quando ci sarà Deschamps come ct.

I numeri di Benzema negli ultimi cinque anni

"Non posso e non possiamo dimenticare" afferma qualche giorno dopo Deschamps che a seguito di quelle dichiarazioni di Benzema, subirà delle durissime proteste all'esterno della sua abitazione. La Francia nel frattempo vincerà i Mondiali in Russia nel 2018 e proprio questo fa passare in secondo piano anche l'assenza dell'attaccante del Real Madrid. "La sua presenza non sarebbe ottimale in Nazionale" raccontò Deschamps nel corso delle ultime dichiarazioni sul giocatore.

I numeri di Benzema dal 2015 ad oggi sono davvero incredibili tant'è che anche Zinedine Zidane, allenatore del Real Madrid, si era detto stupito da tale decisione: "Ci rendiamo conto? Non sono l'unico a non capacitarsene". Anche il presidente dei Blancos, Florentino Perez, ha poi ribadito il concetto: "Uno spreco, è uno dei migliori giocatori al mondo". Il contratto di Deschamps con la Francia scadrà nel 2022 ed è facile che l'esito dei Mondiali in Qatar possa essere decisiva sulla prosecuzione del rapporto tra il ct e la Francia.

Le ultime dichiarazioni di Deschamps e i numeri di Benzema

Nel corso di questi ultimi anni, dal 2015 ad oggi, Benzema non ha fatto altro che segnare di continuo. In una squadra vincente come il Real Madrid, è stato il fedele compagno di reparto di Cristiano Ronaldo, contribuendo alle vittorie in Champions dei Blancos, ma ha poi trascinato gli spagnoli anche dopo la partenza del portoghese alla Juventus. Qualcosa come più di 160 realizzati e la consapevolezza di essere tra i migliori bomber d'Europa. In Nazionale ha invece segnato 27 reti in 87 gare.

Didier Deschamps, nell'ultimo periodo, ha anche risposto divertito in Kazakhistan all'ennesima domanda sul caso Benzema: "Nooo..anche qui – ha detto – Te l'ho suggerita qualche giornalista francese". Dopo le prestazioni in Champions dell'attaccante poi, l'agente del bomber del Real Madrid ha aggiunto: "Il mondo intero si chiede perché non sia convocato. Se qualcuno avesse ucciso una persona e avesse poi pagato il suo debito, potrebbe ricevere la chiamato". 

La follia della Francia: fino a 4 mesi fa giocava senza Benzema e Theo Hernandez per scelta
La follia della Francia: fino a 4 mesi fa giocava senza Benzema e Theo Hernandez per scelta
I convocati della Francia per la Nations League: Theo Hernandez cambia ruolo
I convocati della Francia per la Nations League: Theo Hernandez cambia ruolo
La Francia vince la Nations League, show a San Siro: Benzema e Mbappé affondano la Spagna
La Francia vince la Nations League, show a San Siro: Benzema e Mbappé affondano la Spagna
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni