Fabio Paratici ha parlato pochi minuti prima della sfida tra Milan e Juventus ai microfoni di Sky Sport. Il dirigente bianconero è inevitabilmente intervenuto sull'argomento riguardante gli ultimi positivi in squadra al Covid-19: "Le assenze le hanno tutti in questo campionato – ha detto Paratici – Bisogna adeguarsi e avere pazienza, noi nel calcio siamo fortunati. La viviamo con responsabilità attenendoci ai protocolli". Paratici ha poi parlato anche di mercato: "

Noi come Juventus pensiamo di avere una rosa competitiva – ha specificato – Andiamo a giocarci le nostre partite al massimo delle nostre possibilità". Paratici ha però parlato anche di mercato senza però sbilanciarsi troppo sulla vicenda Quagliarella che sembra essere vicinissimo a tornare alla Juventus a gennaio. Da questo punto di vista, il dirigente bianconero ha parlato solo dell'ottimo rapporto che il club mantiene con gli ex calciatori avendo una grande riconoscenza in loro. "Noi crediamo di avere una rosa competitiva, giochiamo partita dopo partita e vedremo se intervenire o meno".

Paratici e la frecciata al Napoli

Non un riferimento palese al Napoli, ma è stata indubbiamente simile la situazione che la Juventus si è ritrovata a vivere in questi giorni con i due positivi al Covid-19 prima della gara contro il Milan. Paratici, a tal proposito, è stato secco: "La viviamo con responsabilità attenendoci ai protocolli. Noi come Juventus pensiamo di avere una rosa competitiva". 

Il dirigente bianconero ha poi parlato di mercato e nello specifico della trattativa per Fabio Quagliarella: "Siamo molto riconoscenti verso i giocatori che hanno giocato da noi – ha detto – Con Fabio poi lo conosco personalmente dai tempi della Sampdoria".  E poi la chiusura su Pirlo: "Ha dato dimostrazione in questi mesi di essere pronto a questo ruolo".