208 CONDIVISIONI
28 Dicembre 2022
22:40

Neymar, il ritorno dopo i Mondiali è un disastro: due gialli in un minuto, espulso per simulazione

Due ammonizioni nel giro di un minuto per Neymar: il ritorno al PSG dopo i Mondiali 2022 è disastroso, nonostante fino a quel momento la sua prova era stata positiva.
A cura di Vito Lamorte
208 CONDIVISIONI

Il ritorno in campo di Neymar dopo i Mondiali 2022 è stato un vero e proprio disastro. Il numero 10 della Seleçao è stato schierato titolare nella gara tra Paris Saint-Germain e lo Strasburgo nella sedicesima giornata della Ligue 1 ma dopo l'assist per il gol di Marquinhos nella prima frazione e una prestazione tutto sommato positiva, è arrivata un'espulsione incredibile poco dopo l’ora di gioco: il calciatore brasiliano si è beccato due ammonizioni in un minuto e l’arbitro Clement Turpin lo ha mandato anzitempo negli spogliatoi.

O Ney è stato sanzionato prima per una manata data a un avversario e pochi secondi dopo per una clamorosa simulazione in area di rigore. Il direttore di gara ha visto bene in entrambi i casi.

Il numero 10 del Paris si era lamentato con l'arbitro pochi istanti prima dell'ammonizione iniziale a suo modo di vedere aveva subito un identico fallo da un avversario ma non era stato ravvisato.

Neymar non ha apprezzato la scelta di Turpin e si è rivolto a lui con modi non proprio tranquilli: ci hanno pensato i compagni a separarlo e a mandarlo via.

Un vero peccato perché un giocatore della sue qualità non ha bisogno di questi mezzucci per prendersi un fallo o conquistare un vantaggio sull'avversario. Secondo Canal+, Neymar avrebbe lasciato il Parc des Princes direttamente dopo il ritorno negli spogliatoi senza aspettare la fine dell’incontro.

I parigini avevano sbloccato la sfida nei minuti iniziali con Marquinhos ma lo stesso capitano aveva rimesso la situazione in equilibrio con una deviazione sfortunata nella propria porta. Lo Strasburgo ha difeso con tutte le sue armi a disposizione il risultato e ci è riuscito alla grande, nonostante i cambi di Christoph Galtier per evitare il terzo pareggio stagionale in casa, ma nei secondi finali è stato Kylian Mbappé a mettere il suo sigillo sul match realizzando un calcio di rigore.

Il PSG ha vinto in inferiorità numerica una gara che sulla carta non era difficile ma che si è complicata dopo il pareggio dello Strasburgo e l'espulsione di Neymar.

Fino ad oggi sono 44 i punti raccolti dalla squadra della capitale francese sui 48 disponibili: una marcia davvero strepitosa.

208 CONDIVISIONI
Rodriguez massacrato con un brutto fallo dopo due minuti: le conseguenze sono terribili
Rodriguez massacrato con un brutto fallo dopo due minuti: le conseguenze sono terribili
Diletta Leotta scrive a Karius:
Diletta Leotta scrive a Karius: "Da bambina ho sempre amato le favole, voglio il lieto fine"
Felipe Melo peggio di Kean: rissa, espulsione e insulti all'arbitro senza mai toccare palla
Felipe Melo peggio di Kean: rissa, espulsione e insulti all'arbitro senza mai toccare palla
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni