Come sta Dries Mertens? L'infortunio che ha subito nella gara di Champions con il Barcellona è preoccupante? Quanto tempo dovrà starà fuori e quanto gliene occorrerà per recuperare? Quante e quali gare salterà? Sono le domande che ronzano in testa ai tifosi del Napoli che martedì sera hanno gioito per le prodezze dell'attaccante belga (sua la rete del momentaneo vantaggio) per essere riuscito ad agganciare Marek Hamsik nella speciale classifica dei migliori marcatori azzurri di sempre. Unica nota stonata: il brutto colpo preso alla caviglia destra da Busquets in uno scontro di gioco che lo ha costretto ad abbandonare il campo zoppicando.

Forte trauma contusivo, ecco cosa si è fatto "Ciro" (come bonariamente soprannominato dai sostenitori) ma la botta subita per fortuna non è stata così forte né ha avuto conseguenze serie. Secondo le ultime notizie raccolte da Sky Sport, il belga sta già molto meglio: postura e andatura sembrano tranquillizzanti, è stato visto camminare in maniera abbastanza agile.

Una buona notizia che si accompagna alla certezza della sua assenza in previsione della sfida di sabato prossimo contro il Torino. La squadra di Gattuso andrà in campo nell'anticipo delle 20.45 in programma al San Paolo, un match delicato sia perché arriva dopo lo "sforzo" psico-fisico contro i catalani sia perché a cavallo del ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l'Inter (all'andata gli azzurri hanno vinto 1-0 a San Siro).

Ed è proprio in ragione del confronto in calendario il 5 marzo (scartata qualsiasi ipotesi di rinvio a causa dell'emergenza Coronavirus) che Mertens non verrà rischiato contro i granata. L'obiettivo è permettergli di recuperare al meglio dalla contusione al piede così tornare a disposizione per un impegno molto importante (in palio c'è la qualificazione alla finale) e preservarsi anche per il secondo match di Champions al Camp Nou (18 marzo).