Tre gli episodi da moviola che hanno caratterizzato la partita Napoli-Brescia. Su due di essi l'arbitro Manganiello ha fatto ricorso al Var [Chiffi] per dirimere le azioni più discutibili, in particolare quella relativa alla rete segnata da Tonali in avvio di secondo tempo. In precedenza il direttore di gara aveva consultato il monitor a bordo campo [la cosiddetta on-field-review] per non convalidare il gol realizzato da Manolas. Silent-check, invece, sul calcio di rigore reclamato dai partenopei per un fallo su Llorente.

Il gol di Tonali annullato dal Var, ecco perché

Tonali senza un gol molto bello dalla distanza: un tiro preciso e potente che non dà scampo a Ospina ma l'urlo di gioia del calciatore viene strozzato dalla decisione dell'arbitro che va a verificare cosa è accaduto nello sviluppo dell'azione prima che il centrocampista arrivasse alla battuta. Le immagini consultate personalmente da Manganiello confermano i sospetti: prima del gol, infatti, c’era stato un fallo di Bisoli su Maksimovic.

Manolas, gol annullato dopo l'on-field-review

Prima dell'episodio di Tonali, il Var era intervenuto anche in occasione della rete segnata da Manolas. In questo caso la rete viene invalidata per un tocco galeotto del difensore greco del Napoli Le immagini mostrano chiaramente che l'ex romanista si aggiusta il pallone con il braccio sinistro. Nell'occasione al calciatore viene anche comminato il cartellino giallo per l'intenzionalità del gesto. Una curiosità:Ancelotti è andato a spiare la moviola in campo mentre era in atto il check da parte dell'arbitro

L'arbitro non dà rigore su Llorente, il Napoli protesta

Capita nella ripresa un altro episodio che alimenta dubbi: Fernando Llorente cade in area dopo un contatto con Chancellor, che sembra agganciare la caviglia sinistra del basco. Per Manganiello e per il Var non è rigore, proteste dal Napoli.