91 CONDIVISIONI

Mourinho non si trattiene al terzo gol della Roma: il suo abbraccio al raccattapalle è liberatorio

Mourinho esultanza abbracciando un raccattapalle dopo il gol del 3-1 ha chiuso la sfida dell’Olimpico contro l’Udinese: un momento liberatorio per lo Special One.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Vito Lamorte
91 CONDIVISIONI
Immagine

Mourinho è un personaggio calcolatore ma, allo stesso tempo, istintivo. Studia quasi tutto quello che dice e fa a livello comunicativo ma durante la partita non riesce ad avere la stessa freddezza. L'esultanza per il terzo gol della Roma all'Udinese all'Olimpico ne è l'emblema. L'allenatore portoghese ha esultato con una corsa nell'area tecnica e abbracciando un raccattapalle vicino alla panchina.

Lo Special One non stava vivendo bene quel momento di partita e dopo la rete che ha messo il sigillo finale sulla partita è arrivata questa esultanza bella e, allo stesso tempo, liberatorio: dopo che El Shaarawy ha messo il sigillo sulla partita, permettendo ai giallorossi di guadagnare il quinto posto solitario in classifica, Mourinho ha esultato in maniera più vivace e calorosa rispetto al solito, correndo per diversi metri e finendo per abbracciare un raccattapalle vicino alla panchina giallorossa.

Il video in cui si può vedere questo momento è de Il Romanista, giornale dedicato alla società calcistica Roma a 360°.

Mourinho a DAZN al termine del match contro l'Udinese ha dichiarato: "Ho esultato per il goal che ha chiuso la partita. Con i cambi abbiamo perso un po’ in difesa, anche al minuto 85 la nostra organizzazione difensiva non mi dava grande sicurezza. Il terzo goal ha chiuso la partita e mi sono rilassato. C’era un bambino, per fortuna non era un poliziotto o una donna. È stato il primo che ho visto davanti a me”.

Nei giorni scorsi si è parlato molto dell'intervista rilasciata al TG1 e delle parole che sembrano portare ad una chiusura della parentesi dello Special One a Roma:"Se resto alla Roma? Non lo so. L'ultima volta che ho parlato con mister Dan Friedkin è stato dieci minuti dopo la gara con la Lazio. Mentre la settimana scorsa ho parlato con Ryan, parliamo dell'oggi. Non di rinnovo".

Ieri, però, è arrivata la risposta al pubblico dello stadio Olimpico con un coro dedicato tutto al tecnico portoghese che è durato più di un minuto: lo Special One ha apprezzato e ha applaudito i suoi tifosi, con i quali si è creato subito un legame fortissimo. Un messaggio importante per i vertici della società ma i matrimoni si fanno in due. Non resta che aspettare.

91 CONDIVISIONI
Mourinho aveva rifiutato due offerte per poter restare alla Roma: "Ho preso scelte poco furbe"
Mourinho aveva rifiutato due offerte per poter restare alla Roma: "Ho preso scelte poco furbe"
Mourinho non dimentica la Roma: nel giorno del compleanno del figlio il ricordo è giallorosso
Mourinho non dimentica la Roma: nel giorno del compleanno del figlio il ricordo è giallorosso
Perché il gol di Sesko in Lipsia-Real Madrid è da annullare e quello di Acerbi in Roma-Inter no
Perché il gol di Sesko in Lipsia-Real Madrid è da annullare e quello di Acerbi in Roma-Inter no
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views