Il nuovo Milan targato Stefano Pioli ha trovato la prima vittoria contro la Spal. Un successo che ha riportato serenità in un gruppo protagonista di un avvio di stagione travagliato. All'indomani del successo di San Siro, è intervenuto ai microfoni di Sky, Lucas Paquetá. Il brasiliano ha fatto il punto sulla situazione dei rossoneri, riservando anche critiche tutt'altro che velate al suo ex allenatore Marco Giampaolo, ed evidenziando i miglioramenti riscontrati con il suo successore Pioli.

Milan, Lucas Paquetá e le critiche a Marco Giampaolo

Cosa è cambiato nel Milan da Giampaolo a Pioli? Lucas Paquetá, centrocampista brasiliano della squadra rossonera ha detto la sua in un intervento in esclusiva ai microfoni dell'emittente satellitare. Poca "diplomazia" da parte del calciatore sudamericano che ha parlato così della gestione legata al mister ex Samp, esonerato dopo l'avvio di stagione al di sotto delle aspettative, evidenziando le differenze con il nuovo allenatore: "Penso che con Pioli la squadra sia più a suo agio: prima qualcuno non era nella posizione giusta, qualcun altro in una posizione che non gradiva. Se un giocatore viene utilizzato nella posizione che preferisce rende di più. Adesso questo sta succedendo: dobbiamo migliorare".

Perché per Paquetá le cose vanno meglio con Pioli rispetto a Giampaolo, cosa è cambiato nel Milan

Grande confusione dunque a detta di Lucas Paquetá con Marco Giampaolo, soprattutto a causa di "sperimentazioni" tattiche non gradite dal brasiliano e dai suoi compagni. Ecco allora che la squadra secondo il centrocampista ha giovato della semplicità di Pioli, che è molto più chiaro: "Pioli è molto diretto nel chiederci determinate cose e questo ci aiuta, quando ricevi troppe informazioni resti un po' confuso ma con lui è tutto chiaro e gli piace essere chiaro. Fa in modo che i giocatori possano giocare nella posizione che preferiscono. Questo fa sì che tutti possano dare il massimo e aiutare il Milan".