Nelle ultime ore di calciomercato uno dei nomi più gettonati è stato quello di Sandro Tonali. Il giovane centrocampista del Brescia, rivelazione dell'ultimo campionato delle Rondinelle, è infatti da tempo nel mirino di molti osservatori e seguito da tutti i principali ‘top club' italiani: in particolare da Inter e Milan. Per il ventenne lodigiano, Antonio Conte ha già speso belle parole in tempi non sospetti, proprio come ha fatto recentemente anche il rossonero Paolo Maldini.

Come sottolineato dalla ‘Gazzetta dello Sport', l'Inter è in vantaggio sui cugini e la trattativa tra il club nerazzurro e il presidente bresciano Cellino sarebbe già imbastita da tempo sulla base di un prestito con obbligo di riscatto a 35 milioni di euro: un'operazione di mercato simile a quella che ha permesso alla società di Suning di chiudere con il Cagliari per Nicolò Barella.

Il sorpasso del Milan

C0mplice un piccolo rallentamento nerazzurro, dovuto anche all'interesse per Arturo Vidal, nella serata di ieri si sarebbe però fatto sotto proprio il Milan con un contatto diretto con l'entourage di Tonali. Secondo le ultime indiscrezioni, il club di Elliott avrebbe strappato l'ok al giocatore (da sempre tifoso rossonero e grande estimatore dell'ex allenatore e bandiera Rino Gattuso) e ora sarebbe chiamato a convincere Cellino: attratto precedentemente dall'offerta dell'Inter, ma stizzito di come Marotta stia affrontando il discorso negli ultimi giorni. Al vulcanico patron del Brescia, Maldini e la dirigenza del Milan vorrebbero proporre un prestito a 10 milioni di euro con riscatto fissato a 25 più 3 di bonus: un'offerta leggermente più alta di quella dei cugini, che potrebbe cambiare il destino di uno dei giovani più promettenti del calcio italiano.