Lautaro Martinez? Sta crescendo, è molto giovane, credo che a lui interessi indossare questa gloriosa maglia e crescere dal punto di vista professionale. L’Inter dal punto di vista storico non ha nulla da invidiare agli altri club. I giocatori vanno via da qui quando lo chiedono espressamente.

Sono queste le parole usate da Beppe Marotta per provare a stoppare le voci sul futuro di Lautaro Martinez. Il giovane attaccante argentino sarebbe al centro delle attenzioni soprattutto dei grandi club della Liga, Real Madrid e Barcellona su tutti, e nei scorsi giorni proprio dalla Spagna erano arrivate voci sempre più insistenti in merito alla partenza del Toro per il campionato spagnolo. Entrambe le grandi di Spagna, secondo quanto riportato da diversi media, sarebbero pronte a pagare la clausola rescissoria del numero 10 dell'Inter ma la società di via della Liberazione starebbe già lavorando sul prolungamento e un ulteriore adeguamento del contratto per evitare che altre pretendenti possano intromettersi.

Il dirigente nerazzurro ha parlato dell'andamento dell'Inter subito prima del big match dello stadio Olimpico contro la Lazio e ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: "Stiamo attraversando un periodo positivo, c’è soddisfazione per questa stagione. Vogliamo recitare un ruolo da protagonista". 

Marotta: Eriksen? Necessario periodo di ambientamento

Infine Marotta ha parlato anche del neoacquisto Christian Eriksen, che anche oggi è partito dalla panchina nel big match contro i biancocelesti dopo la panchina nel derby di sette giorni fa e nella gara di Coppa Italia contro il Napoli: “Per lui è necessario un periodo di ambientamento, è normale che ci siano giocatori che iniziano la partita e altri che la finiscono. Decide Conte”. Finora il calciatore danese è partito dal 1′ solo nella trasferta di Udine.