Nel giorno dell'ultimo saluto a Paolo Rossi, il Vicenza ha voluto ulteriormente rendere omaggio alla grande gloria. La squadra biancorossa, impegnata nella sfida valida per l'undicesima giornata sul campo del Pescara, è scesa in campo nel pre-partita con una maglia molto particolare. Tutti i giocatori infatti hanno indossato per l'occasione la casacca numero nove con il nome "Rossi" sulle spalle. Grandi emozioni, soprattutto nel minuto di raccoglimento dedicato al Pablito nazionale.

La maglia a strisce biancorosse del Vicenza con il numero 9 e il nome "Rossi" sulle spalle. Brividi allo stadio Adriatico di Pescara, prima del fischio d'inizio tra la formazione abruzzese e i veneti. Questi ultimi, nel giorno dei funerali di Paolo Rossi, hanno voluto dedicare un omaggio alla memoria di un giocatore che ha fatto la storia del proprio club e dell'Italia intera. Tutti i giocatori della compagine allenata da Mimmo Di Carlo hanno indossato nel pre-partita la divisa che fu di Paolo Rossi, la mitica numero 9 con il nome dell'ex campione del mondo e una scritta "Ciao Paolo per sempre con noi".

Per l'occasione il Vicenza ha pensato anche ad una fascia di capitano personalizzata con il ricordo di Paolo Rossi. Un omaggio dunque ad un giocatore che ha lasciato un segno indelebile al Vicenza nelle tre stagioni dal 1976 al 1979, con 60 gol in 94 presenze e un campionato di Serie B vinto. Lì di fatto iniziò la grande parabola di un attaccante che ha scritto pagine memorabili dello sport azzurro. E il Vicenza oggi ha messo in campo grinta e fame, riuscendo a strappare una vittoria sofferta pesantissima per 3-2, da dedicare proprio all'immenso Pablito.