Oramai è diventata una sciarada quasi impossibile per l'Inter di Antonio Conte la qualificazione al turno successivo di Champions League. Il cammino nerazzurro in Europa è stato compromesso da una prima parte altamente negativa in cui la squadra è attualmente il fanalino di coda del Girone B a soli due punti dopo 4 partite disputate. Un'ecatombe che obbliga l'Inter al classico miracolo sportivo nelle due ultime partite a disposizione dove, però, non è più padrona del proprio destino. Per Conte, però, resta valido un ultimo traguardo: ottenere almeno il terzo posto per approdare ancora una volta in Europa League limitando i danni d'immagine e ritornando in una competizione in cui l'anno scorso è arrivato fino alla finale.

L'Inter è ai minimi termini europei: nessuna vittoria nelle quattro partite fin qui disputate con pareggio incolori con Borussia Moenchengladbach e Shkhtar Donetsk e la doppia sconfitta contro il Real Madrid di Zidane. Due soli punti in classifica, ultimo posto e adesso la necessità di concludere salvando la faccia con due vittorie nelle altrettante partite che restano,. Lo spettro dell'eliminazione è dietro l'angolo e si potrà concretizzare già nel prossimo turno quando i nerazzurri scenderanno in campo contro il Borussia in Germania, il 1° dicembre alle 21.00. Con i tedeschi che potrebbero anche accontentarsi di un pareggio per essere matematicamente qualificati, a braccetto con il Real impegnato contro lo Shahktar, ai nerazzurri potrebbe non bastare un successo esterno.

Antonio Conte ha già fatto capire che servirà comunque dimostrare di essere una squadra di caratura europea cancellando i primi due mesi inqualificabili. Un successo in terra tedesca condito da un'ulteriore conferma a San Siro nell'ultima partita contro lo Shakhtar, darebbero almeno il senso della dignità ad una campagna Champions comunque sia, fallimentare. Il tecnico ritroverà i suoi uomini migliori, compreso Brozovic che riprenderà il proprio posto in mediana dopo la pausa per Covid e potrà contare anche su recuperi importanti, come quello di Sensi e la riconferma di Sanchez oramai uscito dai problemi fisici.

L'Inter passa se… cosa serve per la qualificazione agli ottavi

Tutto quanto sottolineato però, potrebbe non bastare ai nerazzurri per qualificarsi agli ottavi di finale. Se l'Inter non vincerà contro il Borussia verrà eliminata dalla competizione al di là di qualsiasi risultato avvenga tra Real Madrid e Shahktar Donetsk. Dunque cosa servirà ai nerazzurri per sperare nella qualificazione? Di certo una vittoria e poi giocarsi il tutto per tutto a San Siro vincendo sullo Shakhtar nella speranza che il Borussia perda anche contro il Real nell'ultimo turno.

  • L'Inter passa il turno se vince sia contro il Moenchengladbach sia contro lo Shahktar, il Real vince le sue 2 partite
  • L'Inter passa il turno se vince contro il Moenchengladbach  sia contro lo Shahktar, il Borussia perde le sue 2 partite
  • L'Inter passa il turno se vince contro il Moenchengladbach  sia contro lo Shahktar, il Real perde le sue 2 partite
  • L'Inter passa il turno se vince contro il Moenchengladbach  sia contro lo Shahktar, il Real vince solamente contro il Borussia