Non era bastata la disavventura in aeroporto alla nazionale del Gabon per rendere indimenticabile la trasferta in Gambia. La nazionale dell'Africa centrale, impegnata nelle qualificazioni per la prossima Coppa d’Africa, è stata trattenuta in aeroporto per diverse ore a causa di una presunta violazione dei protocolli ma la situazione sarebbe peggiorata dopo il fischio d'inizio sul rettangolo verde dello stadio di Banjul. La selezione allenata da Patrice Neveu è scesa in campo ieri pomeriggio a Banjul in una sfida valida per il gruppo D e ha perso 2-1 contro la nazionale gambiana: le reti dei fratelli Barrow, Moudou e Musa, hanno reso vano il gol di testa nel finale di match di Ecuele Manga e questa vittoria ha permesso alla nazionale guidata da Tom Saintfiet di portarsi in vetta al girone di qualificazione alla prossima Coppa d’Africa.

Al minuto 49′ un episodio davvero incredibile: sul risultato di 0-0, il portiere del Gabon Anthony Mfa ha raccolto un pallone al limite dell'area ma non è riuscito a tenerlo vicino ai piedi ed è finito fuori dal raggio di controllo: l'esterno offensivo Modou Barrow era andato in pressing e si è ritrovato la palla comoda comoda a porta spalancata. Ci sono errori ed errori: questo è uno di quelli da matita blu.

A firmare il raddoppio ci ha pensato l'attaccante del Bologna Musa Barrow con un tiro di destro dopo un contropiede portato avanti da Bubacarr Trawally, che ha difeso la palla e l'ha appoggiato al compagno meglio piazzato. La rete nel finale del centrale difensivo del Dijon non ha reso meno amara la sconfitta. Dopo aver trascorso molte ore nelle sale d'aspetto dell'aeroporto, che l’attaccante dell’Arsenal Pierre-Emerick Aubameyang ha raccontato attraverso i suoi profili social, la nazionale gabonese ha perso sia la gara che la vetta della classifica del girone.