231 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Leo Messi vince la Leagues Cup con l’Inter Miami, ma l’eroe è Drake Callender

L’Inter Miami ha vinto la Leagues Cup dopo aver sconfitto ai calci di rigore Nashville. Leo Messi ha realizzato un gol meraviglioso nel primo tempo. Ma decisivo quanto l’argentino è stato il portiere Callender.
A cura di Alessio Morra
231 CONDIVISIONI
Immagine

C'è poco da fare per gli avversari dell‘Inter Miami, che da quando schiera Leo Messi è diventata una squadra fenomenale. Grazie al fuoriclasse argentino l'Inter Miami ha vinto il primo trofeo della sua storia, e naturalmente il numero 10 è stato decisivo nella finale di Leagues Cup contro Nashville, piegato solo dopo i calci di rigore.

Serial winner come pochi Messi che da quando è sbarcato in MLS ha trascinato la sua squadra, gol a raffica, giocate sontuose e ora pure un trofeo, piuttosto importante e soprattutto molto pesante perché l'Inter Miami ha vinto il primo titolo della sua storia al termine di una finale lunghissima che ha esaltato i tifosi americani.

Immagine

Leo Messi apre le danze al 24′ con un tiro meraviglioso, il pallone finisce all'incrocio dei pali. Niente da fare per il portiere avversario. Nashville nella ripresa trova il pareggio con Fafa Picault. L'1-1 non si schioda e si va ai calci di rigore, che sono infiniti. Tirano tutti e ventidue calciatori in campo.

Per primo ovviamente per il Miami va Leo Messi, che non sbaglia. Alla fine i portieri sono decisivi. Panicco sbaglia, Callender segna. Proprio il portiere dell'Inter Miami è stato l'eroe di questo match, non condivide la copertina con Messi, ma un pezzo di questa storia è tutto suo.

L'Inter Miami vince la Leagues Cup, un torneo continentale organizzato dalla MLS, e al quale partecipano squadre americane, messicane e di Costa Rica.

Immagine

Lo score di Messi è strepitoso. In un mese ha trasformato la squadra, che è ultimo in MLS ma che con un campionissimo in campo ha vinto un trofeo. 10 gol in 7 partite per Messi, che molto presto avrà la possibilità di aggiudicarsi un altro trofeo, perché tra pochi giorni è in programma la semifinale degli US Open contro Cincinnati.

231 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views