Anche nel Lecce del nuovo allenatore Eugenio Corini, è stato trovato un giocatore positivo al Coronavirus. Si tratta del centrocampista Panagiotis Tachtsidis, che non si è presentato al raduno delle scorse ore ed è rimasto in isolamento presso il proprio domicilio in Grecia. A comunicare la positività del greco è stata la stessa società salentina con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale.

"Tutti i giocatori convocati per il raduno si sono sottoposti nella mattinata di oggi a test molecolare e sierologico. Assente il solo Tachtsidis, autorizzato dalla società a permanere presso il proprio domicilio. Il calciatore infatti, si è sottoposto volontariamente e diligentemente, in Grecia prima della partenza, a tampone la cui risultanza ha dato esito positivo al Covid-19. Al calciatore la società augura una pronta guarigione auspicando che possa quanto prima raggiungere i propri compagni di squadra".

Corini aspetta Tachtsidis

A poco più di un mese dalla ripartenza del campionato di Serie B, la società giallorossa si trova quindi a fare i conti con la positività del ventinovenne cresciuto nell'AEK Atene e sbarcato in Italia nella primavera del 2010, quando il Genoa di Enrico Preziosi lo ha acquistato per 200.000 euro prima di girarlo in prestito al Cesena. Tornato in panchina dopo l'avventura a Brescia, Eugenio Corini comincia dunque la sua esperienza in Salento senza il supporto e l'esperienza di Tachtsidis: giocatore fondamentale per gli schemi del tecnico bresciano. Nel frattempo il direttore sportivo Pantaleo Corvino sta lavorando senza soste sul mercato, per cercare di rinforzare la rosa pugliese. I primi colpi dell'esperto ds sono infatti già arrivati nelle scorse ore: l'accordo con il centrocampista 22enne polacco Marcin Listkoswki e quello con il 32enne Massimo Coda.