Il Napoli raggiunge la Juventus in finale di Coppa Italia. Per la seconda volta nella storia di questa manifestazione bianconeri e partenopei si affronteranno nell'atto conclusivo, otto anni fa il Napoli (guidato da Mazzarri) si impose per 2-0. Ha saputo soffrire la squadra di Gattuso che si è difesa in modo compatto nel finale e ringrazia un super Ospina, protagonista quanto Mertens, autore materiale del gol che porta in finale di Coppa Italia per la decima volta gli azzurri. L'Inter ha disputato una buona partita, ha sbagliato un po' troppo sotto porta e anche in difesa, male Lautaro che ha combinato davvero pochissimo. Conte e i suoi possono avere grande rammarico soprattutto per la partita dell'andata (giocata quattro mesi fa).

Napoli-Inter: voti e pagelle

Napoli (4-3-3): Ospina 7,5; Di Lorenzo 6; Maksimovic 7,5; Koulibaly 7; Hysaj 6; Elmas 5,5 (65′ Fabian Ruiz 6); Demme 6; Zielinski 5,5 (85′ Allan s.v.); Politano 5 (65′ Callejon 6); Mertens 6,5 (74′ Milik 6); Insigne 6,5 (85′ Younes s.v.). All. Gattuso 6,5

Inter (3-4-1-2): Handanovic 6; Skriniar 6; de Vrij 6 (88′ Ranocchia s.v.); Bastoni 5; Candreva 6,5 (72′ Moses 5,5); Barella 5,5; Brozovic 6; Young 5,5 (72′ Biraghi 5,5); Eriksen 6,5 (88′ Sensi s.v.); Lautaro 5 (72′ Sanchez 6); Lukaku 5,5. All. Conte 6,5

Gol: Eriksen 3′, Mertens 42′. Ammoniti: Young, de Vrij, Ospina.

Ospina, migliore in campo del Napoli

La partita l'aveva iniziata malissimo il portiere, che si era fatto sorprendere malamente sul calcio d'angolo di Eriksen, che aveva regalato il vantaggio all'Inter. Ma poi il colombiano si è disimpegnato in modo splendido, nel primo tempo ha effettuato due parate eccezionali e si è ripetuto nel secondo tempo in altre due occasioni, superlativo su Eriksen a cinque minuti dal termine. Ospina è stato decisivo anche sul gol del Napoli. Da un suo rilancio lunghissimo e estremamente preciso è arrivato il gol numero 122 di Mertens con la maglia azzurra. Unica pecca il cartellino giallo che gli impedirà di giocare la finale.

Maksimovic e Koulibaly: coppia insuperabile

Manolas non ha giocato a causa di un infortunio muscolare e la coppia centrale è stata formata da Koulibaly, alla seconda partita negli ultimi sei mesi, e da Maksimovic. Entrambi hanno giocato un match splendido. Il serbo è stato un baluardo insuperabile. Mentre KK sembra vicino al ritorno sui suoi grandissimi livelli. Bene anche Mertens e Insigne (voto 6,5). Un po' in ombra Zielinski, male Politano, un pesce fuor d'acqua (voto 5).

Eriksen cambia ruolo e fa gol

Nell'Inter non c'è stato un calciatore che ha svettato rispetto a tutti gli altri, ma sicuramente il migliore dei suoi è stato Eriksen, che ha segnato dopo tre minuti, secondo gol con la maglia nerazzurra, e ha mostrato di essere maggiormente a suo agio nel ruolo di trequartista. La qualità paga e Conte fa bene a puntare su di lui.

Lautaro che delusione

Sicuramente bocciato, almeno questa sera, Lautaro Martinez, ha toccato appena venti palloni, ha effettuato un solo tiro in porta. L'argentino non starà pensando al Barcellona, ma contro il Napoli ha combinato davvero molto poco (voto 5). Male anche Lukaku, ma era prevedibile che il belga avesse qualche difficoltà in più soprattutto a livello fisico. Nell'Inter ha giocato bene anche Candreva, che è stato sostituito nel finale.